Categorie

Archivi

Meta

Regulus Arcturus Black: la storia di un Serpeverde diverso

10 Maggio 2017 alic-albe 5 min read
Regulus Black, foglio nel medaglione

Regulus Arcturus Black: la storia di un Serpeverde diverso

10 Maggio 2017 Edvige 5 min read

Regulus Arcturus Black, il più piccolo della famiglia Black, è un personaggio di cui non si sa molto. Chi era veramente? Che rapporti aveva con la famiglia e le altre persone? Cosa lo ha spinto a diventare un Mangiamorte e in seguito a tradire Voldemort?

Regulus Arcturus Black nacque nel 1961, figlio di Orion e Walburga Black. È il fratello minore di Sirius Orion Black e il più piccolo della famiglia. Nonostante si tratti di un personaggio del tutto secondario della Saga di Harry Potter, Regulus – R.A.B. – si dimostra fondamentale al momento della ricerca degli Horcrux. Analizziamo in questo articolo la complessa storia del giovane Black!

Regulus Arcturus Black

Si pensa che il nome Regulus derivi da un prozio mentre Arcturus dal nonno paterno. Come è noto, i membri della famiglia Black hanno tutti nomi di stelle o costellazioni.
Regulus è il nome di una stella che fa parte della costellazione del Leone. Più precisamente è il cuore del Leone, una delle più luminose della volta celeste.

È curioso notare come J.K. Rowling abbia scelto questo nome da una costellazione che rappresenta il simbolo di Grifondoro. I valori di questa Casa sono il coraggio, l’onestà e la cavalleria, tutti tratti riscontrabili in Regulus, in contrasto con quelli di un tipico Serpeverde.

Il nome è anche quello di un generale romano, Marco Attilio Regolo, famoso per il suo onore e per il suo sacrificio, particolarità che si riscontrano anche in Regulus dal momento in cui ha scelto di sostituire il medaglione – Horcrux protetto da Lord Voldemort – con un falso, e sacrificarsi. Tornando invece sul lato Serpeverde del nome, Regulus in lingua latina significa “piccolo re”, la stessa traduzione che ci riporta il termine Basilisco, in greco.

Regulus per alcuni aspetti era molto simile a Sirius come per i capelli neri e i lineamenti che gli davano un’aria sprezzante, tratti tipici della famiglia Black.
Tuttavia differiva dal fratello perché era più basso, più magro, e un po’ meno affascinante. Come ogni Mangiamorte aveva il Marchio Nero sull’avambraccio sinistro.

Costellazione del Leone, Regulus

La famiglia Black e Hogwarts

Nonostante Sirius fosse il maggiore, e quindi l’erede della famiglia Black, Regulus era il preferito da tutti in famiglia. Possiamo immaginarne il motivo… da una parte vi era Sirius, il ragazzino ribelle che non approvava le idee e i principi vigenti in casa Black, dall’altra il fratello, il quale invece condivideva appieno ciascun punto: dalla supremazia dei purosangue fino ad arrivare all’ammirazione per Voldemort.

Un altro motivo valido a rendere Sirius la pecora nera della famiglia, fu il suo smistamento ad Hogwarts nella Casa di Grifondoro e non in quella di Serpeverde.
Regulus, invece, rispettando la tradizione di famiglia finì nella casa Verde-argento.
Qui divenne il cercatore della squadra di Quidditch ed entrò anche nel prestigioso Lumaclub. Frequentò la Scuola di Magia e Stregoneria di Hogwarts dal 1972 al 1979.

Le 4 Case di Hogwarts

 La vita da Mangiamorte

Sin da giovane, Regulus maturò una forte ammirazione nei confronti di Lord Voldemort. Il piccolo Black, si divertiva infatti a ritagliare gli articoli incentrati sull’Oscuro Signore dal quotidiano della Gazzetta del Profeta, per poi appenderli nella sua camera da letto.

Una delle sue ambizioni più grandi era proprio quella di diventare un Mangiamorte, sogno che si avverò intorno ai suoi sedici anni, quando ricevette il Marchio Nero dall’Oscuro Signore. Nonostante Orion e Walburga Black non furono mai dei Mangiamorte, approvarono immediatamente la scelta presa dal figlio proprio perché loro per primi condividevano le oscure idee sostenute da Lord Voldemort.

Successivamente però, la fedeltà di Regulus verso il Signore Oscuro iniziò a venire meno, tanto da arrivare a considerare l’idea di abbandonare la strada da lui così ambita.

Voldemort e i mangiamorte

Il Medaglione e R.A.B.

La decisione definitiva avvenne nel 1979, quando Voldemort chiese a Regulus di prestargli l’elfo domestico Kreacher. L’elfo servì al Signore Oscuro come cavia, per testare gli incantesimi posti a difesa del Medaglione di Salazar Serpeverde, un oggetto molto caro a Voldemort soprattutto perché al suo interno è custodito un Horcrux. Kreacher, abbandonato al suo destino nella grotta, utilizzò la magia degli elfi domestici per scappare e raccontare ciò che aveva visto al padrone Regulus.

Il Mangiamorte ideò allora un piano: sostituire il medaglione originale con un falso così da non insospettire l’Oscuro Signore, e nel frattempo distruggere il vero medaglione. All’inizio della missione, il giovane Black ordinò a Kreacher di trovare un modo per distruggere l’Horcrux, senza preoccuparsi di lasciare lì il suo padrone in caso di pericolo. Purtroppo, Regulus morì durante la missione, ucciso dagli Inferi posti a guardia del medaglione.

Kreacher eseguì fedelmente gli ordini, ma non riuscì a trovare un modo per distruggere l’horcrux. Probabilmente fu proprio questa sua mancanza a rendere l’elfo scontroso e a farlo sembrare completamente fuori di testa. Il suo atteggiamento cambierà quando Harry, Ron e Hermione si rivolgeranno a lui, anche loro per distruggere il medaglione.

Horcrux, Regulus Black

Le varie teorie sulla sua morte

Le vere circostanze sulla morte di Regulus, non furono mai note ai membri della famiglia Black. Kreacher aveva eseguito gli ordini e aveva deciso di non rivelare nulla sugli eventi della caverna per proteggere i Black. Sirius, non sapendo la verità, pensò semplicemente che il fratello si fosse spinto troppo in là, si fosse spaventato e che fosse poi stato ucciso per aver voluto abbandonare Voldemort. Potrebbe però essere stato indotto a credere ciò da una falso racconto dell’elfo Kreacher.

Remus Lupin una volta raccontò a Harry che Regulus sopravvisse solo due settimane dopo il tradimento nei confronti di Voldemort, ciò fa presumere che Lupin, e probabilmente l’Ordine della Fenice, sapevano che stava agendo contro il Signore Oscuro.

La verità sulla morte di Regulus verrà alla luce solo alla fine, quando Kreacher racconterà l’intera vicenda a Harry, Ron e Hermione.

Kreacher, l'elfo domestico

Un Mago abile e ambizioso

Il fatto che Regulus decise di ribellarsi al Signore Oscuro e di distruggere l’Horcrux dimostra che il giovane Serpeverde aveva una buona dose di coraggio e che era in grado di sacrificarsi per una giusta causa, senza aver paura della morte. È notevole se si pensa che in tutto questo Regulus aveva solo diciotto anni.

Altro aspetto importante è l’amore per la propria famiglia. Prima di mandare via Kreacher dalla caverna, infatti, Regulus ordinò all’elfo di non dire nulla ai Black per tenerli al sicuro. Un gesto che dimostra quanto tenesse a loro, Sirius compreso, nonostante il rapporto non fosse certo dei migliori.

Il giovane Black era un ragazzo intelligente, sveglio e con una conoscenza della magia sufficiente a capire cosa fosse un Horcrux e che Voldemort ne aveva creato almeno uno. Per le sue abilità venne anche scelto dal Professor Lumacorno per entrare a far parte del Lumaclub.

Regulus Black, Lumaclub

J.K. Rowling ha paragonato Regulus Black a Draco Malfoy. Come Draco, Regulus si era fatto coinvolgere un po’ troppo a fondo. Era attratto dall’essere un Mangiamorte, ma una volta scoperto cosa questo davvero comportasse, capì che era qualcosa di troppo grande da gestire, e non ne voleva più sapere. Voi cosa ne pensate di questo personaggio? Scrivetecelo nei commenti!

Commenti

Edvige

All posts
×