Categorie

Archivi

Meta

Johnny Depp sotto attacco: la grande assenza della Rowling

14 Novembre 2020 vale-long 4 min read
Rowling assente sul caso Johnny

Johnny Depp sotto attacco: la grande assenza della Rowling

14 Novembre 2020 Caskett 4 min read

La notizia che in questi giorni sta scaldando il web e i fan è sicuramente una: il licenziamento di Johnny Depp da Animali Fantastici. Un duro colpo per i fan della saga, che erano già stati delusi dalla Rowling più volte a riguardo. Questa potrebbe essere stata la goccia che ha fatto traboccare il vaso!

Tutto è partito dai tristi eventi che hanno coinvolto Johnny e l’ex-moglie Amber Heard, che riassumiamo in questo articolo. All’epoca, il non tanto lontano 2016, la nostra Rowling si era schierata animatamente dalla parte di quella che era una delle punte di diamante della sua nuova creatura. Aveva sottolineato la sua posizione anche l’anno successivo, dedicando un articolo intero all’argomento sul suo sito.

I problemi in Paradiso, questa volta, li porta la causa contro il The Sun, testata giornalistica britannica che lo aveva definito “picchiatore di mogli”. Con sorpresa di tutti, l’Alta Corte di Londra non ha ritenuto che quel determinato appellativo potesse essere considerato diffamazione. Per questo motivo ha rigettato la causa, procurando non pochi guai al povero Johnny. Se da una parte, infatti, ciò potrebbe essere portato dai legali della ex-moglie come argomento a suo favore nella causa da 50 milioni di dollari che si sta dibattendo in America, dall’altra la vita lavorativa di Johnny ha subito una grave battuta d’arresto. Se non bastasse aver perso il suo ruolo in Animali Fantastici, infatti, la Disney ha decisamente preso le distanze dall’idea di inserire Johnny in un ipotetico Pirati dei Caraibi 6, anche fosse solo per un cameo che ricolleghi il nuovo film alla saga che tutti conosciamo e amiamo.

Il silenzio (stampa) dei quasi innocenti: dov’è la Rowling?

J.K. Rowling

Queste, in effetti, sono tutte notizie che non giungono affatto nuove. Nell’articolo che abbiamo dedicato al licenziamento avevamo concluso con alcune parole:

Aspettiamo una reazione da parte del cast, della crew ma soprattutto di JK Rowling, che in passato ha difeso Johnny Depp e si è battuta per averlo nel cast dei Crimini di Grindelwald.

La vera notizia, adesso, è proprio ciò che non c’è: il rumore che la Rowling ha fatto in passato per fare ciò che riteneva giusto. Il suo silenzio stampa è stato preso da molti come un affronto, dal momento che era rimasta sempre fedele alle sue decisioni.

A monte di tutto, però, ci sono da considerare un paio di questioni. Innanzitutto, è la Warner Bros. a decidere chi inserire nel cast e non la Rowling. Si potrebbe rivolgere un’obiezione: in passato la sua voce si è fatta sentire eccome, questa volta non ha mosso un dito.

Qui arriviamo ad altri due punti. Per prima cosa, nonostante il successo di Animali Fantastici e Dove Trovarli, i Crimini di Grindelwald ha scatenato un malcontento non indifferente. Già questo ha minato l’autorità della Rowling su un brand che, per quanto suo, si ritrovava a essere a rischio. In secondo luogo, non può essere passata inosservata la bufera mediatica scatenata dal popolo di Twitter a partire da alcuni commenti ritenuti transfobici. A poco è servita la risposta della Rowling sull’argomento: basta farsi un giro sulla sua pagina per notare che sotto ogni post che pubblica (con frequenza notevolmente bassa) non mancano commenti che ancora rimarcano quella nota dolente. È plausibile, a questo punto, pensare che l’ordine di stare in disparte sia arrivato proprio dalla Warner Bros., che di sicuro vuole evitare a tutti i costi l’ulteriore malcontento del pubblico.


Un futuro incerto

Una domanda che tutti, volenti o nolenti, si sono fatti è: che succederà adesso?

Per quanto riguarda Johnny, riceverà comunque l’intero compenso per la partecipazione al film. Infatti, come spiega Hollywood Reporter, il suo contratto, che comunque non prevedeva clausole morali, gli attribuiva il pagamento anche in caso di recast. Risulta inoltre che, prima della “richiesta di dimissioni”, avesse già girato una posa. Ancora non è confermato, poi, ma pare che ci sia nell’aria la possibilità di una collaborazione con l’amico di vecchia data Tim Burton in una serie sulla Famiglia Addams. Ci auguriamo che sia davvero così!

Per quanto riguarda Animali Fantastici, invece, è inevitabile che si proceda con un nuovo volto per Grindelwald. Voci ufficiali dall’interno della produzione di Animali Fantastici 3 hanno confermato che il ruolo verrà affidato a Mads Mikkelsen. Non male come scelta, ma di certo lo sgambetto fatto a Johnny continuerà a bruciare per parecchio tempo.

Si può minare la reputazione di Johnny o zittire la Rowling. Potranno anche licenziarlo da ogni collaborazione futura. Ciò che rimane è che Johnny Depp è e rimarrà Grindelwald, e questo non potranno mai cancellarlo!

Commenti

Caskett

All posts
×