Categorie

Archivi

Meta

Rupert Grint si racconta: la carriera, i social e i primi mesi da papà

28 Marzo 2021 eleo-manc 4 min read

Rupert Grint si racconta: la carriera, i social e i primi mesi da papà

28 Marzo 2021 Priscilla 4 min read

Rupert Grint, in un’intervista alla rivista Esquire, ha raccontato come procede la sua vita a distanza di 10 anni dall’uscita dell’ultimo film di Harry Potter.

Negli ultimi anni, la vita di Rupert Grint è cambiata drasticamente. Tra le cose più importanti che sono accadute c’è la nascita della piccola Wednesday (che vi abbiamo annunciato qui), figlia dell’attore e della sua fidanzata Georgina Groome, a maggio del 2020.

La ‘terribile’ prima notte

Diventare genitori per la prima volta non dev’essere affatto facile per una giovane coppia. Tuttavia, se ciò accade durante una pandemia e in pieno lockdown, le cose si complicano notevolmente.

Non voglio scendere nei particolari, ma la prima notte è stata terrificante. Non riesci a dormire, controlli costantemente che lei stia respirando.

Rupert dichiara, inoltre, di aver sempre avuto un brutto rapporto col sonno. Secondo l’attore questo disagio deriva dal fatto che da piccolo aveva sentito dire che qualcuno era ‘morto nel sonno’. Quest’ultima frase aveva insinuato nella testa del piccolo Rupert l’idea che dormire fosse un’attività piuttosto pericolosa.


Cosa significa essere padre?

La piccola Wednesday ha vissuto la maggior parte dei suoi primi mesi di vita in quarantena. Questo per i suoi genitori significa, da una parte, che la piccola è sempre a portata di grido ma, dall’altra, che devono cavarsela completamente da soli. Tra costanti paure e incertezze, Rupert si è trovato spesso a interrogarsi su come la sua vita sia cambiata da quando è diventato padre.

Ho avuto una sorta di crisi d’identità. Non so, dovrei cambiare il mio modo di vestire ora?

Questa è una delle tante domande che Rupert si è posto anche se, alla fine, rivela che la cosa più difficile è assicurarsi che la sua amata piccolina stia bene tutto il tempo.


Il rapporto coi social

Durante l’intervista Rupert parla anche del suo difficile rapporto col mondo dei social. Il 10 novembre 2020 l’attore ha pubblicato la prima foto sul suo profilo Instagram, fino ad allora rimasto inutilizzato, che lo ritrae con in braccio Wednesday. Il profilo dell’attore è stato preso d’assalto dai fan e ha raggiunto un milione di followers in sole quattro ore.

Sono una persona piuttosto riservata, credo, l’idea di condividere tutto quanto con il mondo mi terrorizza.

Rupert non è l’unico membro del cast di Harry Potter a non amare i social, in questo articolo, ad esempio, vi raccontiamo perché Daniel Radcliffe ha deciso di tenersi alla larga da Instagram e Twitter.


L’opinione sulle dichiarazioni di J.K. Rowling

Inevitabilmente, un altro tema toccato nell’intervista riguarda le controverse dichiarazioni della Rowling sul tema della transessualità (vi abbiamo parlato della vicenda qui). Sul punto, Rupert aveva già espresso la sua opinione al The Sunday Times dichiarando, come la maggior parte del cast, di supportare la comunità trans.

Sono fermamente schierato con la comunità trans e mi associo a quanto già espresso da molti dei miei colleghi. Le donne trans sono donne. Gli uomini trans sono uomini. Dovremmo tutti avere il diritto di vivere con amore e senza il giudizio degli altri.

Nel corso dell’intervista, Rupert precisa che, pur trovandosi in disaccordo con l’autrice, non ha perso la stima nei suoi confronti.

Sono estremamente grato per tutto ciò che J. K. Rowling ha fatto per me. Penso che sia una persona davvero talentuosa e, insomma, chiaramente le sue opere sono geniali, non ce bisogno che lo dica io. Tuttavia, penso anche che tu possa provare un enorme rispetto per una persona ed essere comunque in forte disaccordo con essa su cose come questa.


Ron e Julian

Rupert parla anche della sua carriera e, in particolare, del suo ruolo in Servant (di cui vi abbiamo già parlato qui), serie targata Apple TV che è appena stata rinnovata per la terza stagione. Nella serie Rupert interpreta Julian, il fratello minore della protagonista. Quest’ultima, insieme a suo marito, affronta la dolorosa perdita del figlio a poche settimane dalla nascita.

È di sicuro la peggior serie da fare se sei un neopapà!

Rupert non può fare a meno di paragonare il personaggio di Julian, che definisce il suo ‘lato oscuro‘, con quello di Ron. Pur trovandosi senza dubbio agli antipodi, l’attore dichiara di aver avuto una connessione con entrambi i personaggi.

Ho sempre avuto questa strana sensazione con Ron, quando leggevo i libri da bambino. Sembrava che fossimo in qualche modo collegati. La stessa cosa è successa per Julian. Mi sento molto a mio agio nei suoi panni.

Rupert Grint Servant

Una serie su Harry Potter?

L’attore dichiara di aver sentito le indiscrezioni circa una nuova serie tv di Harry Potter, prodotta da HBO, ma di non saper nulla al riguardo. Sulla possibilità di tornare a vestire i panni di Ron, Rupert rimane molto cauto.

Penso che tornare indietro ora sarebbe… veramente non riesco a immaginarlo. Ma, voglio dire, mai dire mai. Lo farei solo se anche gli altri (membri del cast) volessero fare lo stesso.

Rupert, infine, confessa di non essere affatto sicuro che il futuro gli riservi una carriera da attore.

Penso di essere sempre stato della filosofia per cui ‘nulla è per sempre’. Del tipo ‘Magari sarò solo un apicoltore. Faró solo quello’. Adoro recitare e adoro far parte della serie (Servant). Mi piace molto interpretare il personaggio. Ma penso spesso che potrei fare qualcos’altro più avanti.


Che ne pensate? State seguendo la carriera di Rupert o non riuscite a vederlo nei panni di un personaggio diverso da Ron?

Fatecelo sapere nei commenti!

Commenti

Priscilla

All posts
×