Categorie

Archivi

Meta

Una breve guida utile alla legilimanzia

26 Marzo 2019 mati-stro 4 min read

Una breve guida utile alla legilimanzia

26 Marzo 2019 Greengrass 4 min read

Orribilmente intrusiva o eccezionalmente utile? La legilimanzia è una branca della magia che può risultare difficile da comprendere ma che è certamente una competenza molto ambita da alcuni…

La legilimanzia può venir associata a Voldemort, il Legilimens più capace del mondo secondo Piton, ma non ogni Legilimens era un terribile mago oscuro. Silente era abbastanza bravo con la legilimanzia e Queenie Goldstein di Animali Fantastici era nata con l’abilità di estrarre le memorie e i sentimenti delle altre persone.

La legilimanzia quindi non è sempre arte oscura: come tutte le abilità magiche la cosa importante è come viene usata.

Cos’è la legilimanzia?

La legilimanzia è la pratica di usare la magia per entrare nella mente di un altra persona. È più di leggere semplicemente il pensiero in quanto spesso offre un’interpretazione del pensiero di un’altra persona (come quando Queenie ha identificato la storia dietro la reazione di Newt a Leta Lestrange) o può rivoltare la mente di una persona contro loro stessi (come ha fatto Voldemort quando ha fatto avere a Harry la visione falsa di Sirius).


Come viene eseguita?

La maggior parte dei Legilimens ha bisogno di essere vicina alla persona di cui voglio invadere la mente per leggerla. Come una volta Piton ha detto a Harry: tempo e spazio sono importanti nella magia…

Questo però non è sempre il caso. La connessione di Harry con Voldemort, forgiata quando quest’ultimo ha provato a ucciderlo senza successo quando era un bebé, ha lasciato i due connessi con un legame che non ha niente a che vedere con le regole usuali. L’abilità di Harry di invadere la mente di Voldemort avviene anche con grandi distanze, come quando era addormentato a Hogwarts o si trovava a caccia di Horcrux. Il loro però era un caso speciale. Anche per Voldemort, la mente di Harry era l’unica in cui poteva entrare a distanza.

Quelli che voglio imparare la legilimanzia cominciano con un incantesimo: Legilimens. Piton lo ha mostrato a Harry durante la loro prima lezione di occlumanzia, in modo da insegnarli come difendersi dagli attacchi mentali di Voldemort. Una volta che l’incantesimo è lanciato, se la vittima non è sufficientemente brava in occlumanzia sentirà la propria mente venir invasa, proprio come Harry, e spesso memorie non volute riaffioreranno alla superficie.

Ciò nonostante, Legilimens molto capaci come Piton, Queenie e Voldemort non hanno bisogno di incantesimi o della bacchetta per entrare nella mente di un altra persona. Per loro spesso un sguardo è sufficiente.


È una competenza che si può apprendere?

La maggior parte dei Legilimens l’hanno imparato ma ci sono delle eccezioni e Queenie era una di quelle. Il fatto che fosse nata con l’abilità di leggere nella mente degli altri era molto raro ma per lei era qualcosa che faceva senza provarci. Non c’era un intento maligno nella sua legilimanzia ma ciò nonostante poteva essere intrusiva come quella di Voldemort. A Newt non piaceva ma Queenie a volte sembrava incapace di non farlo. Come ha detto a Newt:

‘Lo so, mi dispiace ma non riesco a impedirlo. Le persone sono facili da leggere quando sono ferite.’
Fantastic Beasts and Where to Find Them (2016)


È utile?

Newt potrebbe averla trovata invasiva ma non c’è dubbio che la legilimanzia ha i suoi scopi. Senza di essa, Silente non avrebbe scoperto la verità su Kreacher e Harry non avrebbe potuto avvisare l’Ordine della Fenice dell’attacco di Voldmemort a Arthur Weasley. Anche le osservazioni di Queenie avevano il loro scopo, dal momento che avevano aiutato le sorelle Goldstein a comprendere Newt sotto una luce diversa.

La legilimanzia può anche essere passata agli oggetti, come hanno fatto i quattro fondatori di Hogwarts con il cappello parlante. Il cappello è capace di guardare dentro le menti degli studenti e di determinare in quale casa devono venir smistati. Di certo è utile ma è anche un modo strano di cominciare il tuo primo anno.

Ma ovviamente la legilimanzia era utile anche ai maghi oscuri. Le abilità da Legilimens di Voldmeort gli avevano permesso di condurre Harry al dipartimento dei misteri, lo avevano aiutato a uccidere l’inconsapevole babbano Frank Bryce nella villa dei Riddle e probabilmente avevano portato alla morte molti altri, visto che le usava per capire chi gli stava mentendo.


Può essere pericolosa?

La maggior parte della legilimanzia era pericolosa per quelli su cui veniva usata contro. Se non erano abili nell’occlumanzia, l’arte di difendere il tuo cervello dagli attacchi della legilimanzia, le vittime sono indifese di fronte agli attacchi e tutte le loro emozioni e ricordi sono disponibili al Legilimens. Se l’attacco veniva da Voldemort era particolarmente pericoloso, specialmente se gli stavi mentendo.

Ma può essere pericolosa anche per il Legilimens. Nelle rare occasioni in cui Harry è riuscito a difendersi dagli attacchi di Piton, senza volerlo aveva penetrato la mente di Piton. Non è necessariamente pericoloso in classe ma può essere un problema potenziale se colui che attacca sta cercando di tenere segreti alcuni pensieri. Se attacchi la mente di un altra persona, ti apri a tua volta ad un contro attacco. Un po’ come il legale tra Voldemort ed Harry…


E comunque, come si pronuncia legilimanzia?

Ehm… la dici velocemente e speri per il meglio.

Per scoprirne di più anche sull’occlumanzia, leggi anche questa altra nostra guida.

Commenti

Greengrass
Greengrass

All posts
×