Categorie

Archivi

Meta

5 motivi per cui la Hermione dei film è migliore di quella dei libri

8 Novembre 2021 ceci-russ 5 min read

5 motivi per cui la Hermione dei film è migliore di quella dei libri

8 Novembre 2021 Minerva 5 min read

Tutti i fan della saga di Harry Potter sono anche fan della “strega più brillante della sua età”. Ma, forse, spesso tendiamo a confondere la Hermione Granger dei film con quella dei libri, e viceversa. Sì, perché nei libri Hermione non è così amabile come tutti credono!

La straordinarietà del personaggio di Hermione nei libri è indubbia, e vogliamo che ciò sia ben chiaro; ma in questo articolo vogliamo porre l’attenzione sui tratti un po’ fastidiosi che Hermione nei film ha perso, così come su quelli più positivi che sembra aver guadagnato.

Vi abbiamo già parlato delle caratteristiche di Hermione che sono state cambiate nei film: scopriamo insieme perché la scelta di modificare questo personaggio, in diversi momenti, ha funzionato.

1. Nei film è più dolce

Cominciamo col dire che anche nei libri Hermione si preoccupa sinceramente per i suoi amici, soprattutto per Harry, Ron e Hagrid. Non ha mai avuto il cuore raggrinzito e l’anima arida, che la professoressa Cooman l’accusa di avere (o almeno, non da quando diventa amica di Harry e Ron).

Eppure, la Hermione dei film sembra decisamente meno spigolosa, e soprattutto meno orgogliosa, rispetto a quella dei libri. Nonostante neppure nel film sia uno zuccherino, all’inizio de La Pietra Filosofale Hermione viene descritta non solo come saccente, ma anche come prepotente.

hermione granger, l'ordine della fenice

E non dimentichiamoci una Hermione verde di invidia ne Il Principe Mezzosangue, quando Harry prende il suo posto come primo della classe, a pozioni. Nei libri, il suo attaccamento spesso esagerato alla scuola e allo studio la rende più di una volta scorbutica e la irruvidisce.

Infine, una menzione speciale va a Emma Watson. Chi ha ben presente la descrizione di Hermione nei libri sa che Emma non rispecchia appieno la ragazzina dai capelli scompigliati e i denti da coniglio che troviamo sulla carta. Eppure questo aiuta a rendere la Hermione dei film decisamente più dolce.


2. Nei film è come una sorella per Harry

A Harry piaceva molto Hermione, ma non era come con Ron. Ridevi molto meno, e stavi molto di più in biblioteca se Hermione era la tua migliore amica.

Harry Potter e il Calice di Fuoco – Capitolo 19: L’Ungaro Spinato

Insomma, come dicevamo Hermione è un’amica sincera anche nei libri, ma il feeling e il legame fra il suo personaggio e quello di Harry si notano assai di più nei film. Fin dal quarto capitolo della saga, si vede come la Hermione dei film si trasformi, spesso e volentieri, in una figura quasi materna e amorevole, nei confronti di Harry, come a voler sostituire Molly Weasley (la mamma orsa di cui Harry aveva bisogno).

hermione granger e harry potter

Come dimenticare poi alcune scene iconiche, come il bacio in fronte che Hermione stampa a Harry, dopo che questi riemerge dal Lago Nero. Oppure il loro dolcissimo abbraccio a Godric’s Hollow, nel settimo film. E ancora, nello stesso film, una delle scene più belle della saga, ovvero il loro ballo.

Insomma, nonostante anche nei libri il legame fra Hermione e Harry sia profondo, sembra sempre che i due non riescano a comprendersi fino in fondo, mantenendo un minimo di distanza. Questa distanza viene completamente annullata nei film, dove fra i due si sviluppa un rapporto di puro amore fraterno.


3. Nei libri è molto più permalosa e testarda

Complice anche il fatto che nei film bisogna “farla breve”, rispetto ad alcuni avvenimenti che nei libri possono essere approfonditi di più, la Hermione in carne ed ossa sembra decisamente meno litigiosa e permalosa.

Diverse sono le volte in cui passa lunghi periodi a non parlare con Ron per qualche torto subìto (beninteso, magari ha ragione lei… ma non sempre!) oppure che tiene il muso per qualcosa rispetto a cui si trova in disaccordo coi suoi amici.

hermione granger, la pietra filosofale

Inoltre, nei libri si impunta decisamente di più rispetto ad alcune sue battaglie che nei film sono state (fortunatamente?) tagliate, come quella contro i gemelli Weasley e la loro piccola attività di dolciumi (nel quinto libro) e come col C.R.E.P.A.: è davvero impossibile farle cambiare idea, quando si intestardisce su qualcosa in cui crede… anche se potrebbe non essere dalla parte della ragione.

“Lasci in giro i berretti per gli elfi domestici?” domandò Ron lentamente. “E li copri di immondizia?”

“Sì” rispose Hermione in tono di sfida, gettandosi la borsa sulle spalle.

“Non vale” disse Ron arrabbiato. “Stai cercando di indurli a prendere i berretti con l’inganno. Li liberi quando potrebbero non volerlo”.

“Ma certo che vogliono essere liberi!” ribatté Hermione, anche se stava arrossendo.

Harry Potter e l’Ordine della Fenice – Capitolo 13: Punizione con Dolores


4. Nei libri è più saccente

Non che nei film non mostri spesso la sua consapevolezza di essere la strega più brillante della sua età; eppure, nei libri sembra che voglia davvero sempre aver ragione, anche rispetto a faccende che magari non comprende.

Abbiamo già nominato il C.R.E.P.A., tipico esempio di come Hermione s’incaponisce su qualcosa che crede sia giusto, ma che in realtà giudica in modo sbagliato (ricordiamo il disagio di Winky, di fronte alle premure di Hermione).

hermione granger, il calice di fuoco

Inoltre, nei libri risulta assai più arrogante nei confronti della materia della professoressa Cooman, che ritiene inutile e addirittura truffaldina. Non dobbiamo poi dimenticarci il suo duro giudizio nei confronti di Luna Lovegood, decisamente più negativo nei libri, rispetto ai film.

“Oh, per l’amor del cielo, Harry, puoi avere di meglio di lei” disse Hermione.

Harry Potter e l’Ordine della Fenice – Capitolo 13: Punizione con Dolores

Per quanto fosse convinta di avere ragione, nei film Hermione non sembra mai considerare altre persone inferiori a lei.


5. Nei libri è molto più… rompiscatole!

Dobbiamo per forza nominare il C.R.E.P.A. per la terza volta, essendo una delle battaglie di Hermione che più esasperano i suoi amici (e non solo loro, anche più di una manciata di lettori). Quando è fermamente convinta di essere dalla parte della ragione (e cioè praticamente sempre), Hermione può diventare insopportabile.

Ricordiamo di nuovo anche la sua battaglia contro Fred e George, nel quinto libro, forte anche del suo nuovo ruolo di Prefetto. E proprio in quanto tale, esercita spesso il suo potere per rimproverare persino i suoi amici, in modo spesso fastidiosamente paternalistico.

hermione granger, la pietra filosofale

Ci sono anche occasioni in cui Hermione risulta davvero rompiscatole, ma a ragione, come quando Harry riceve una scopa da un mittente misterioso ne Il Prigioniero di Azkaban e lei gliela fa sequestrare dalla McGranitt, timorosa che potesse essere una trappola di Sirius Black. Ma diciamocelo: chi non si sarebbe innervosito, come Harry e Ron, di fronte a questo gesto di Hermione (che nei film non viene riportato)?

Nei libri, Hermione è inoltre molto più spesso e volentieri portata a “fare la maestrina” riguardo ai compiti di Harry e Ron, ricordando loro che devono tenersi al passo con lo studio. Insomma, in queste occasioni sembra davvero una piccola McGranitt!


Hermione è davvero un personaggio meraviglioso, a prescindere dalla versione che prendiamo in considerazione. Ha avuto un ruolo fondamentale nella saga, tanto che, come dice anche Ron, lui e Harry non sarebbero durati un solo giorno senza di lei. Eppure, la Hermione che ci raccontano i libri sembra, in alcuni casi, decisamente più insopportabile. Siete d’accordo con noi? Fatecelo sapere nei commenti!

Commenti

Minerva

All posts
×