Categorie

Archivi

Meta

10 lezioni di leadership firmate Lord Voldemort

6 Gennaio 2016 sere-savo 4 min read

10 lezioni di leadership firmate Lord Voldemort

6 Gennaio 2016 Rose 4 min read

Ok, questo potrebbe essere un po’ ‘controverso’ ma dopo tutto, se ci pensate bene, c’è qualcosa che il caro Zio Voldy ci ha insegnato.
Nonostante la sua profonda passione per il dominio del mondo, Voldemort era un leader eccellente. Ha convinto molte streghe e maghi a
seguire una causa piuttosto disgustosa che nessuno avrebbe mai seguito. E ciò è abbastanza impressionante.

***. Questo articolo non vuole in alcun modo promuovere atti odiosi verso Babbani, Magia Oscura (compreso l’uso di una qualsiasi delle Maledizioni Senza Perdono), o atti generali di terrorismo nel mondo magico ***
  1. Non ha mai rinunciato.

Tu-Sai-Chi era probabilmente il tizio più persistente di sempre. Non mai mollato l’obiettivo che si era prefissato: cercare di dominare il suo mondo.
Tom Riddle


 

  1. Ha sempre avuto un piano di riserva.

Qualcuno ha cercato di ucciderlo? Nessun problema, lui ha un Horcrux.
Qualcuno ha distrutto l’Horcrux? Nessun problema, lui ne ha più di cinque (più un altro accidentale).

Voldy ha sempre previsto che ci sarebbero stati ostacoli – e questo è il motivo per cui ha sempre avuto un piano di riserva.


 

  1. Ha utilizzato una squadra.

Colui-Che-Non-Deve-Essere-Nominato sapeva benissimo d’aver bisogno di una squadra. Dopo tutto, un solo Signore Oscuro non può far fuori tutti i Nati Babbani per conto suo,  sai?

Se si ha un grande sogno come il suo, bisogna avere un team da sogno. Avere un po’ di Mangiamorte dalla propria parte non può che aiutare.

E Voldemort li ha ringraziati con uno dei suoi abbracci per mostrare il suo affetto.

 


 

  1. Ha diviso i compiti.

Alcune persone sviluppano una squadra, ma poi insistono nel fare tutto da soli. Colui-Che-Non-Deve-Essere-Nominato sapeva che al fine di mantenere il suo status intimidatorio, ha bisogno di delegare compiti ad altri membri del team. Dopo tutto, questo è ciò che una squadra fa.

Tuttavia, avere un paio di compiti in particolare che tenete vicino al vostro cuore è del tutto normale.


 

  1. Era un eccellente pianificatore.

Voldemort era un pianificatore impressionante. Tutta quella cosa del Torneo Tremaghi, per esempio.

Per essere un buon leader, è necessario pianificare strategie con il vostro team. per un buon piano ci si possono impiegare mesi, persino anni.


 

  1. Sognava in grande.

Ogni volta che stai cercando di portare la tua squadra alla vittoria, e inizi a vedere l’ obiettivo finale come impossibile, ricordati che l’obiettivo non è di liberare la razza umana da tutto il sangue babbano e governare il mondo sotto una feroce, incrollabile tirannia.

 

Il vostro obiettivo inizierà a sembrare un po’ più raggiungibile.


 

  1. La sua sicurezza.

“E ‘la qualità delle proprie convinzioni che determina il successo, non il numero di seguaci.”

Sappiamo tutti che Remus Lupin lo disse per le nobili cause dell’Ordine, (anche se lui stava indirettamente parlando di Tu-Sai-Chi) se Voldemort non è stato pieno di convinzione, non so davvero chi lo sia mai stato. Anche Silente aveva un sacco di insicurezze nascoste sotto quella bella barba bianca. Voldemort, d’altra parte, ha creduto in ogni parola che ha detto – e la sua convinzione ha di certo convinto un bel po’ di persone.

In qualità di leader, devi credere in quello che dici. Devi esserne convinto con tutto il tuo scuro, cuore decrepito.


 

  1. La retorica.

Voldemort era un bravissimo oratore in pubblico. Possedeva un bel po ‘di carisma, per il quale era ben noto da giovane a Hogwarts. E’ stato quel carisma che lo ha aiutato a raccogliere così tanti fedeli malvagi, terribili, per lo più servi-Serpeverde.


 

 

  1. Ha avuto il suo stile.

Voldemort aveva il suo marchio personale a cui non venne mai meno. Generalmente aveva a che fare con i colori scuri e teschi e serpenti; Non esattamente il mio genere, ma hey, ha funzionato per lui (beh, fino a un certo punto), e ha mantenuto il suo team unificato. Non credo che i Mangiamorte avrebbero continuato a sostenerlo così fortemente se improvvisamente lui avesse scambiato i loro mantelli incappucciati con camicie di flanella a quadri.

 

Non abbiate paura di essere voi stessi. Scoprite il vostro stile, e mantenetelo.


 

  1. E’ stato creativo.

Tom Marvolo Riddle. Io sono Lord Voldemort. La sua creatività ha un non so che di raccapricciante.

Inoltre, non dimentichiamo i suoi modi interessanti con cui riuscì a sopravvivere più volte, vale a dire il sangue unicorno e i turbanti.

 


 

Per essere un leader di successo, è necessario pensare al di fuori del ripostiglio del sottoscala. Comunque sia che tu voglia conquistare il mondo o semplicemente guidare una rivoluzione all’interno della tua scuola, se segui gli insegnamenti del caro vecchio zio Voldy riuscirai sempre a raggiungere il tuo obbiettivo! Sicuro come l’amore di Silente per i modelli a maglia!

 

 

Commenti

×