Categorie

Archivi

Meta

10 canzoni da ascoltare se sei un corvonero

25 Ottobre 2020 chia-digr 8 min read

10 canzoni da ascoltare se sei un corvonero

25 Ottobre 2020 Nox 8 min read

Ecco l’ultimo di questa serie di articoli! Dopo aver visto le 10 canzoni per i grifondoro, serpeverde e tassorosso (che puoi recuperare cliccando sui nomi delle case), è arrivato anche il turno dei corvonero.

1. Lettera al Prossimo- Eugenio in Via di Gioia

Per capire questa canzone, più che ascoltare, bisogna saper leggere fra le righe. Gli Eugenio hanno rivolto il focus della loro musica a un problema attuale che sta a cuore a moltissimi giovani: il riscaldamento globale. Lettera al Prossimo parla della nostra realtà grigia in modo crudo ma delicato al tempo stesso. Una canzone che può sembrare solo un testo con un bel motivo ma che, per chi sa ascoltare, colpisce dritto nel segno.

Siamo in tanti, seduti distanti e arrivati in orari distinti
E tutti quanti convinti
di essere arrivati per primi

Giurami che veglierai con me
Se no poi domani saranno guai
Giurami che veglierai con me
Se no poi domani saranno guai

E in tutto questo presente
Noi fatichiamo a definirci
Ma il vuoto dentro si vede meno
Siamo riusciti a coprirci
E di vestiti ne abbiamo un capo diverso per giorno
Schiavi pieni di contanti
Un capo diverso per giorno
E cala la notte su tutta la Terra

Cala la notte su tutta la Terra
E io continuo a pensare
Di avere vinto la guerra
Ma poi non riesco a dormire

canzoni
Se vuoi ascoltare Lettera al Prossimo clicca qui!

2. The Scientist- Coldplay

Una particolarità di questa canzone, secondo me, è il video in reverse. Sembra quasi che qualcuno di esterno, magari uno scienziato, stia cercando di riavvolgere il nastro per tornare all’inizio di tutto. Anche le frasi brevi e concise, senza fronzoli e doppi significati sembrano quelle di uno scienziato, appunto, che cerca invano di razionalizzare il sentimento vissuto.

Come up to meet you
Tell you I’m sorry
You don’t know how lovely you are
I had to find you
Tell you I need you
Tell you I set you apart

Tell me your secrets
And ask me your questions
Oh, let’s go back to the start
Running in circles, coming up tails
Heads on a science apart

Nobody said it was easy
It’s such a shame for us to part
Nobody said it was easy
No one ever said it would be this hard
Oh, take me back to the start

I was just guessing at numbers and figures
Pulling your puzzles apart
Questions of science, science and progress
Do not speak as loud as my heart


3. Fireflies- Owl City

Non so bene perchè ho messo Fireflies in questa lista. Sul web potete trovare parecchie interpretazioni di questa canzone ma, come potete notare leggendo il testo, non c’è una spiegazione chiara. Forse però una mente aperta e creativa come quella di un corvonero potrebbe riuscire a trovare e a comprendere il significato dietro a queste parole.


4. Una Chiave – Caparezza

Una Chiave, così come molti altri testi di Caparezza, ha un testo molto intelligente che solo le menti più acute riescono a comprendere ai primi ascolti. Nella canzone Caparezza parla direttamente a una persona che riconosce da vari elementi (ti riconosco dai capelli, crespi come cipressi/ da come cammini, come ti vesti). Potrebbe sembrare che il destinatario delle parole sia colui che ascolta la canzone ma non è così. Solo i più attenti si renderanno conto che, in realtà, il cantante sta parlando con il se stesso bambino (siamo la stessa cosa, mica siamo imparentati) che è ancora troppo piccolo per avere consapevolezza delle sue capacità.

Ti riconosco dai capelli, crespi come cipressi
Da come cammini, come ti vesti

Potessi abbattere lo schermo degli anni
Ti donerei l’inconsistenza dello scherno, degli altri
So che siamo tanto presenti quanto distanti
So bene come ti senti e so quanto ti sbagli, credimi

No, non è vero
Che non sei capace, che non c’è una chiave
No, non è vero
Che non sei capace, che non c’è una chiave

Noi siamo tali e quali, facciamo viaggi astrali
Con i crani tra le mani
Abbiamo planetari tra le ossa parietali
Siamo la stessa cosa, mica siamo imparentati
Ci separano solo i calendari


5. Man in the Mirror – Micheal Jackson

“Man in the Mirror è un grande messaggio. […] Dice che se vuoi rendere il mondo un posto migliore, devi prima lavorare su te stesso e cambiare… inizia con l’uomo che vedi allo specchio. Inizia con te stesso. Non guardare tutte le altre cose. Inizia con te stesso.” Queste sono le parole tanto coraggiose quanto sagge di Micheal Jackson riguardo a Man in The Mirror. C’è altro da aggiungere?

I’m gonna make a change,
For once I’m my life
It’s gonna feel real good,
Gonna make a difference
Gonna make it rightAs I, turn up the collar on
My favorite winter coat
This wind is blowing my mind
I see the kids in the streets,
With not enough to eat
Who am I to be blind?
Pretending not to see their needs

I’m starting with the man in the mirror
I’m asking him to change his ways
And no message could have been any clearer
If you want to make the world a better place
(If you want to make the world a better place)
Take a look at yourself, and then make a change
(Take a look at yourself, and then make a change)
(Na na na, na na na, na na, na nah)


6. Take me to church- Hozier

Questa canzone, come ha spiegato il cantante, vuole essere un’affermazione della persona, la rivendicazione della propria umanità attraverso un atto d’amore. Quando la canzone venne pubblicata nel 2014, molti si lamentarono per l’attacco di Hozier alla Chiesa ma lui sottolineò più volte che il suo intento non era quello di criticare la religione e la sua dottrina ma semplicemente parlare della sessualità e dell’orientamento sessuale come una cosa naturale, una cosa umana.

My lover’s got humor
She’s the giggle at a funeral
Knows everybody’s disapproval
I should’ve worshiped her sooner
If the Heavens ever did speak
She’s the last true mouthpiece
Every Sunday’s getting more bleak
A fresh poison each week
“We were born sick”, you heard them say it
My church offers no absolutes
She tells me, “Worship in the bedroom”
The only Heaven I’ll be sent to
Is when I’m alone with you
I was born sick, but I love it
Command me to be well
Amen, Amen, Amen

Take me to church
I’ll worship like a dog at the shrine of your lies
I’ll tell you my sins and you can sharpen your knife
Offer me that deathless death
Good God, let me give you my life
Take me to church
I’ll worship like a dog at the shrine of your lies
I’ll tell you my sins and you can sharpen your knife
Offer me that deathless death
Good God, let me give you my life


7. Occidentali’s Karma- Francesco Gabbani

Nel 2017 Occidentali’s Karma, dopo aver vinto Sanremo, divenne un tormentone estivo. Peccato che l’intento di questa canzone era molto più ambizioso. Occidentali’s Karma, infatti, come spiegò Gabbani stesso, voleva essere uno spaccato sulla contemporaneità. Le nostre azioni, le nostre scelte, tracciano quello che possiamo chiamare destino o Karma. Insomma, molto più di un semplice tormentone!

Piovono gocce di Chanel
Su corpi asettici
Mettiti in salvo dall’odore dei tuoi simili
Tutti tuttologi col web
Coca dei popoli
Oppio dei poveri

AAA cercasi (cerca sì)
Umanità virtuale
Sex appeal (sex appeal)
Comunque vada panta rei
And singing in the rain
Lezioni di Nirvana
C’è il Buddha in fila indiana
Per tutti un’ora d’aria, di gloria
La folla grida un mantra
L’evoluzione inciampa
La scimmia nuda balla
Occidentali’s Karma


8. Apologize- OneRepublic

Questa canzone, per quanto mi riguarda, fa riflettere sull’amor proprio. Amare e metterci in gioco per gli altri va bene entro un certo limite. Non bisogna mai dimenticare che, oltre ai sentimenti, noi uomini abbiamo anche la ragione e tutti noi abbiamo il dovere verso noi stessi di guardare con fare oggettivo quello che ci viene detto o fatto. Perdonare è giusto ma capire quando uno “scusa” non è abbastanza è da persone sagge.

I’d take another chance
Take a fall, take a shot for you
Ooh I need you like a heart needs a beat
But it’s nothing new, yeah, yeah

I loved you with a fire red
Now it’s turning blue, and you say
Sorry like an angel
Heaven let me think was you
But I’m afraid

It’s too late to apologize
It’s too late
I said it’s too late to apologize
It’s too late

It’s too late to apologize
It’s too late
I said it’s too late to apologize
It’s too late


9. Pompeii- Bastille

L’idea per questa canzone venne al cantante dei Bastille mentre leggeva dell’omonima città romana. Si immaginò la conversazione che avrebbero potuto avere i cittadini di Pompei dopo essersi resi conto di essere stati sepolti con la loro città dalle ceneri del Vesuvio. Cosa avrebbero detto della loro amata Pompei completamente distrutta e del cielo ancora grigio per colpa della cenere?

I was left to my own devices
Many days fell away with nothing to show

And the walls kept tumbling down
In the city that we love
Grey clouds roll over the hills
Bringing darkness from above

But if you close your eyes
Does it almost feel like
Nothing changed at all?
And if you close your eyes
Does it almost feel like
You’ve been here before?
How am I gonna be an optimist about this?
How am I gonna be an optimist about this?


10. Am I Wrong- Nico&Vinz

“Oppure Corvonero, il vecchio e il saggio, se siete svegli e pronti di mente, ragione e sapienza qui trovan linguaggio che si confà a simile gente” e cosa c’è di più saggio di voler pensare fuori dagli schemi? Cercare la propria strada, non seguire la massa e raggiungere quello che ancora non si conosce?

Am I wrong for thinking out the box from where I stay?
Am I wrong for saying that I’ll choose another way?
I ain’t trying to do what everybody else doing
Just cause everybody doing what they all do
If one thing I know, how far would I grow?
I’m walking down this road of mine, this road that I call home

So am I wrong for thinking that we could be something for real?
Now am I wrong for trying to reach the things that I can’t see?
But that’s just how I feel, that’s just how I feel
That’s just how I feel trying to reach the things that I can’t see

Am I tripping for having a vision?
My prediction, I’mma be on the top of the world
Hope you, hope you don’t look back, always do what you decide
Don’t let them control your life, that’s just how I feel
Fight for yours and don’t let go, don’t let them compare you, no
Don’t worry, you’re not alone, that’s just how we feel


Queste erano le ultime 10 canzoni dedicate alle case di Hogwarts. Trovarle è stato più difficile di quanto credessi ma spero comunque che l’abbiate apprezzate. A ogni modo ci tengo a precisare che aver messo una canzone in questa lista non la “esclude” dalla altre, il bello della musica è proprio questo: è per tutti!

Commenti

×