Categorie

Archivi

Meta

I sogni irrealizzabili per Hogwarts di Petunia Dursley

2 Maggio 2017 nico-dido 3 min read

I sogni irrealizzabili per Hogwarts di Petunia Dursley

2 Maggio 2017 Albus 3 min read

Il sogno alquanto impossibile di Petunia Dursley di essere una strega avrà sicuramente inasprito il suo odio per Harry. Immaginate come sarebbe stata Petunia se avesse avuto poteri magici…

Il numero Quattro di Privet Drive potrebbe essere il luogo meno magico di tutti, ma la pulitrice delle sue superfici splendenti ha un segreto sorprendente.

Zia Petunia giura, insieme a suo marito Vernon, di “sradicare” la magia da suo nipote. Ma, grazie alle memorie di Severus Piton, sappiamo che una volta Petunia aveva aspirazioni differenti.


La rivalità fra sorelle

La zia ossuta e con la faccia da cavallo che conosciamo nella Pietra Filosofale sembra quasi una caricatura: una donna crudele a tal punto da negare al suo nipote orfano un posto decente nella sua famiglia, da sottoalimentarlo e da farlo dormire in un sottoscala. Ma non è sempre stata così.

Prima che diventasse la Mrs Dursley che tutti conosciamo e odiamo, Petunia Evans – o “Tunia” come la chiamava sua sorella – desiderava essere una strega.

È da quando quel “ragazzo orribile” – il giovane vicino degli Evans, Severus Piton – notò la magia di Lily (praticamente saltò volò da un’altalena da giardino) che Petunia Dursley capì chi era veramente sua sorella.

hp8-lily-young

Ricorda la mia ultima

Lo sdegno di Petunia verso Harry è forse nato da una gelosia di lunga durata per sua sorella Lily. Una Strillettera da Silente, indirizzata a Petunia, dice “Ricorda la mia ultima”, riferendosi alla lettera che lasciò insieme a Harry, sul ciglio della porta di Privet Drive. Ma vi fu un’altra occasione in cui Albus dovette scriverle, e questo ebbe conseguenze a lungo termine.

Il preside mandò una risposta gentile a Petunia, che gli chiese di poter andare anche lei a Hogwarts. Dopo il rifiuto da parte di Silente, “Tunia” iniziò a riferirsi a sua sorella come “pazza”.

Indispettita e arrabbiata, Petunia spiò come Lily e Severus diventarono presto amici, e raccolse dettagli sul mondo magico a cui lei non avrebbe mai potuto unirsi.

Quando Petunia tirò fuori una descrizione sensata di un Dissennatore, Harry era più sorpreso di Zio Vernon a sentirla parlare di Azkaban. Perfino Petunia Dursley, così impegnata a odiare la magia che non ha mai potuto avere, era sconcertata quando sentì che Voldemort era tornato – è uno di quei momenti in cui Harry capisce che lei è veramente la sorella di sua madre.

Avrà anche dato a Harry un tetto sulla sua testa, ma è chiaro che i sogni magici impossibili di Petunia l’abbiano resa la persona che conosciamo – una che si preoccupava più di pulire chirurgicamente la casa anziché pensare a suo nipote.

Durante il suo addio con Harry, lei si fermò per un attimo, come se avesse voluto dire qualcosa. Non lo fece mai, ovviamente, ma quel secondo di esitazione dice molto sulla sua personalità.

hp2-dursleys

La vita a Hogwarts che mai arrivò

Se Petunia fosse stata una strega, sarebbe stata una persona migliore, meno acida? O sarebbe finita in un giro di amicizie sbagliate?

Forse, a differenza di Lily, avrebbe stretto amicizia con la madre di Draco Malfoy, Narcissa, o perfino con Dolores Umbridge. Avrebbero potuto condividere la loro passione comune per i servizi da tè raffinati. Purtroppo, non lo sapremo mai.

Petunia potrebbe aver detto e fatto molte cose cattive durante la sua vita, probabilmente come risultato di un’esistenza triste. Una vita nell’ombra magica di sua sorella. Per questo i rari momenti in cui Petunia rivela la sua connessione con il mondo magico sono così affascinanti.

Lo sguardo nella sua faccia quando incontra il Professor Silente da adulta non ha prezzo. Dopotutto, è l’uomo al quale lei scrisse, nella speranza di poter andare anche lei a Hogwarts. Il suo ultimo momento con Harry – finito nel silenzio – racchiude in sé un’intera storia che non sapremo mai.

hp3-petunia-shocked

Se ti è piaciuto quest’articolo leggi anche Vernon e Petunia: gli zii estremamente non magici.

Commenti

Albus
Albus

La felicità la si può trovare anche negli attimi più tenebrosi, se solo uno si ricorda... di accendere la luce.

All posts
×