Categorie

Archivi

Meta

Il Presidente di Salani e la scoperta del primo libro di Harry Potter

4 Maggio 2016 alic-albe 4 min read
Il presidente di Salani e il primo libro di Harry Potter

Il Presidente di Salani e la scoperta del primo libro di Harry Potter

4 Maggio 2016 Edvige 4 min read

Immaginate di lavorare per un’importante Casa Editrice e di avere tra le mani un libro ancora sconosciuto da valutare. Ora immaginate di essere nel 1997 e che quel libro porti la firma di J.K. Rowling… Esatto, voi lavorate per Salani, è il 1997, e quello che tenete in mano è proprio Harry Potter e la Pietra Filosofale!

Questo è esattamente ciò che è accaduto a Luigi Spagnol, venuto a mancare un anno fa, il quale nel 1997 aveva 36 anni e già da dieci anni si occupava di Salani e di letteratura per ragazzi. Nonostante Spagnol sia poi divenuto Presidente di Salani e Amministratore Delegato del gruppo GeMS, tutti lo ricordano ancora come “l’editore italiano di Harry Potter”.

Per raccontarvi come nasce questa storia tra Salani e il nostro Maghetto preferito, vi riportiamo una vecchia intervista di Spagnol per “Il Giornale” dove spiega perché decise di pubblicare il libro, rivelando anche quanto pagò i diritti d’autore.
Ma tutto ha inizio nel 1997, quando arriva questa copia di un libro che di lì a poco sarebbe uscito in Gran Bretagna col titolo Harry Potter and the Philosopher’s Stone.

Luigi Spagnol

Luigi Spagnol e il 1° Harry Potter

Durante l’intervista, Luigi Spagnol racconta di quando – come fu per altre nuove proposte – gli arrivò questo libro inglese inviato da Christopher Little, l’agente di J.K. Rowling. Spagnol in persona si occupò di leggerlo, e ancora prima di finirlo aveva già deciso che l’avrebbe pubblicato. “D’altronde in quei momenti lì non bisogna pensare troppo” afferma Spagnol.

Qualcuno, più scettico, gli domandò il perché di quella scelta, considerando che in Italia il Fantasy non vende granché. Spagnol in realtà non lo considerò da subito come un fantasy, ma piuttosto come un classico per bambini, un libro che avrebbe venduto per anni seguendo le orme di Roald Dahl o dimostrandosi un evergreen come Pippi Calzelunghe.

Ciò nonostante il fenomeno non era minimamente immaginabile, probabilmente neanche la Rowling all’epoca aveva in mente la portata della Saga.

Il Presidente di Salani e Harry Potter

L’acquisto dei diritti e la pubblicazione

Salani ha comprato i diritti di Harry Potter appena prima che questo uscisse in Gran Bretagna, in estate. All’epoca i diritti erano stati già venduti in tre o quattro paesi, il libro era ancora sconosciuto, ma al Presidente di Salani venne detto di far presto a leggerlo in quanto all’estero c’era già un po’ di “movimento”.

Harry Potter e la Pietra Filosofale venne poi pubblicato nel maggio del ’98 e per i primi due anni le vendite sono andate discretamente bene, senza però raggiungere numeri importanti. Infatti, la prima tiratura ha ottenuto un riscontro di ventiquattromila libri venduti, un buon risultato considerato che per la Casa Editrice si trattava di un buon momento per investire. Spagnol afferma infatti di averne approfittato per fare anche del marketing, vendendo nelle librerie alcuni gadget, in quanto per Salani si trattava di un libro importante.

Nell’intervista Spagnol parla anche di numeri, dichiarando di aver speso intorno ai dieci milioni di lire per l’acquisto dei diritti. Una grande cifra per essere un libro per bambini in Italia, ma non così grande se si pensa ai profitti ottenuti da Salani grazie ai libri di Harry Potter.

Salani, libri di Harry Potter

I successivi volumi e la svolta

Alla domanda del giornalista: “Quando c’è stata la svolta?”, Spagnol risponde che questa è avvenuta nel ’99, tra il terzo e il quarto libro, quando la Warner Bros acquistò i diritti cinematografici e all’improvviso tutti parlavano del fenomeno Harry Potter. Harry Potter e il Prigioniero di Azkaban ebbe una tiratura iniziale di quarantamila copie e il settimo volume arrivò ad un milione di copie, l’ottanta per cento venduto in una settimana. In tutto, si parla di oltre dieci milioni di copie vendute!

Luigi Spagnol afferma di aver capito subito che si trattava di un bel libro, ma comprendere la portata del successo all’epoca? Impossibile. L’editore si immaginava infatti di recuperare l’anticipo in qualche anno: aveva speso molto, ma aveva molti anni davanti per continuare a venderlo.

Il Presidente di Salani parla inoltre delle numerose edizioni della Saga che continuano ad uscire negli anni, dichiarando che i libri di Harry Potter sono tuttora spesso presenti in classifica, oltre ad aver ottenuto il riconoscimento di “titolo più venduto” dalla Casa Editrice.

Salani, libri di Harry Potter

Luigi Spagnol e J.K. Rowling

Un aneddoto curioso che Spagnol condivide con noi lettori riguarda l’incontro con il produttore esecutivo del primo film, colui che aveva venduto i diritti alla Warner Bros. Durante l’incontro tra i due, ad una cena a casa di amici comuni a Londra, venne fuori che entrambi avevano letto la prima bozza nello stesso periodo!

Il Presidente di Salani sostiene che a credere nel progetto sin dall’inizio, anche più della stessa Rowling, fu Christopher Little, il suo agente. Anche se a quanto pare, dopo Harry Potter, la scrittrice si sia rivolta ad un nuovo agente di nome Neil Blair. Spagnol prosegue l’intervista affermando che Salani rientra tra le poche Case Editrici al mondo ad aver pubblicato anche gli altri libri della Rowling. Luigi Spagnol parla inoltre di quando conobbe J.K. Rowling ad una cena con tutti gli editori europei. La descrive come una bella persona, gentile, e molto più popolana di quanto appaia.

J.K. Rowling

L’ultima domanda posta al Presidente di Salani riguarda la possibilità di scovare nuovi Harry Potter in futuro, e vi riportiamo la risposta completa in quanto è assolutamente in linea col nostro pensiero:

“Provano a propormene quasi tutti i giorni. Ma io rispondo: no, la mia religione mi impedisce di credere in un altro Harry Potter!”


Ora che anche noi sappiamo come Harry Potter sia approdato in Italia, non ci resta che ringraziare e ricordare per sempre Luigi Spagnol come colui che ha portato nelle nostre case la saga più magica che c’è.

Commenti

Edvige

All posts
×