Categorie

Archivi

Meta

Il Natale per Harry Potter: dal peggiore al migliore

30 Dicembre 2019 marc-zudd 4 min read
Il trio a Hogsmeade

Il Natale per Harry Potter: dal peggiore al migliore

30 Dicembre 2019 Xemnas 4 min read

Il Natale è uno dei momenti più belli e sfavillanti in quel di Hogwarts e Harry Potter, che non ha una famiglia da cui tornare durante le vacanze, sa bene cosa significa trascorrere le festività natalizie nel castello.

Il Natale è il momento dei sogni, delle luci, dei colori, del cibo a volontà e, ovviamente, dei regali. In quanto a questi ultimi non si può dire che Harry Potter sia stato particolarmente fortunato… soprattutto nei primi undici anni di vita.

Il suo approdo nel mondo magico, tuttavia, gli ha consentito, nel bene e nel male, di dare un tono differente al Natale. Dopotutto si può asserire, senza timore di sovrastima, che la sala grande addobbata sia il luogo più confortevole del mondo. Tuffiamoci, dunque, nei corridoi e nelle stanze del castello e ripercorriamo insieme i Natali di Harry dal peggiore al migliore.


7. Godric’s Hollow (1997)

Durante quello che sarebbe dovuto essere il suo settimo anno di scuola, Harry è costretto a muoversi continuamente in compagnia di Ron e Hermione, per sfuggire ai Mangiamorte e per impossessarsi degli Horcrux. Dopo aver perduto Ron, proprio a causa di uno dei suddetti Horcrux, Harry e Hermione proseguono il viaggio, spostandosi a Godric’s Hollow.

Qui i due si imbattono nella tomba di James e Lily Potter prima e in Nagini dopo. Alle lacrime della realizzazione della perdita si aggiungono, pertanto, i dolori del combattimento. Come se non bastasse, il mattino di Natale Harry scopre i segreti più oscuri del suo amato Silente.

Insomma, non si può dire che sia stato proprio un giorno di festa.


6. Il Natale dell’evaso (1993)

Dopo l’evasione di Sirius Black, Harry trascorre intere giornate a riflettere sul comportamento da adottare nel caso in cui l’uomo dovesse riuscire a entrare a Hogwarts. Durante il Natale il giovane Potter rimane in apprensione, timoroso dei possibili risvolti, avendo scoperto, durante una gita sotto mantello a Hogsmeade, il tradimento di Sirius e la sua natura di Custode Segreto.

Furioso come mai in precedenza, Harry inizia a tramare la propria vendetta, venendo interrotto, però, dall’arrivo di una Firebolt. Quest’ultima si presenta come l’unico elemento positivo della festività, considerando che nello stesso giorno Fierobecco viene costretto all’isolamento.


5. Il ballo del Ceppo (1994)

Sul fatto che Harry e Ron fossero due adolescenti “sfigati” non avevamo dubbi. Non considerando Hermione, infatti, i due non intessono relazioni con le ragazze.

Harry è attratto da Cho, ma lei è attratta da Cedric. Ron ha una cotta per Hermione, ma non ha il coraggio di ammettere i propri sentimenti. Durante il Ballo del Ceppo, dunque, i due ragazzi invitano le sorelle Patil. Disinteressandosi presto, però, delle ragazze succitate, Ron e Harry finiscono per perdere persino la loro compagnia, rimanendo soli e frustrati.


4. Un Natale serpentesco (1992)

Una tavola ricolma di cibi, tanti amici e… il panettone? No, la pozione Polisucco.

Nel 1992 la Camera dei Segreti viene riaperta e con essa le pietrificazioni di studenti, gatti e fantasmi prendono il sopravvento. Ron, Hermione e Harry decidono di trasformarsi in Tiger, Goyle e Millicent per capire se Malfoy sia il fautore dei disastri suddetti. Il giorno di Natale, pertanto, dopo un lauto pasto, i ragazzi cambiano identità ed entrano nel dormitorio per scoprire se hanno ragione.

Ah, non dimentichiamoci che Hermione diventa un gatto! Da come zia Jo lo descrive, il Natale di quell’anno presentava una Sala Grande particolarmente bella, ma era ovvio che dovesse esserci qualche missione particolare a intaccare la tranquillità del golden trio.

Un Natale da Goyle

3. Sulle note di Celestina Warbeck (1996)

Un povero ragazzo può festeggiare tranquillamente per una volta? A quanto pare no…

Pochi mesi prima della morte di Silente, il Natale viene celebrato in gruppo a casa dei Weasley. Harry ha modo di chiacchierare con chiunque e di aprire i suoi regali, ma è costretto a tenere un dialogo spiacevole con Scrimgeour. Questo gli chiede di tradire Silente, facendolo adirare e rovinandogli la festa.

Harry rinnova la sua lealtà al preside di Hogwarts e chiude la conversazione senza lasciare spiragli per un’eventuale ritrattazione. Un Natale ricco di amici si trasforma perciò in ira, ma non si può negare che il 25 Dicembre del 1996 sia stato prevalentemente un giorno sereno e familiare (in un periodo difficile) per Harry e l’Ordine.

Scrmigeour irrompe a Natale

2. Il primo della lista (1991)

La prima volta non si scorda mai, giusto?

Il primo Natale di Harry a Hogwarts è speciale. So bene che questa affermazione potrebbe sembrare strana ai più, ma è impossibile non ritenere un bel momento la prima vacanza con il proprio migliore amico. Dopo undici anni di feste di “NaDudley”, infatti, finalmente Harry può godersi il riposo e il divertimento con Ron.

Come si potrebbe non ricordare il mantello dell’invisibilità di James donato a Harry da Albus? L’iconico maglione della signora Weasley, poi? Nel 1991 Harry ha finalmente modo di comprendere cosa significa Natale, sebbene lo specchio delle E.M.A.R.B. gli porti un po’ di malinconia.

Il primo Natale

1 . Natale col padrino

Qualcuno potrebbe sostenere che non sia un Natale con i fiocchi, considerando la visita al San Mungo, ma la Rowling spiega inequivocabilmente la gioia di Harry nel condividere le festività con Sirius. Quest’ultimo è particolarmente allegro e Harry, di conseguenza, non può fare a meno di sentirsi al posto giusto al momento giusto, essendo finalmente in compagnia del suo amato padrino.

Quell’anno ricevette “una pila di regali“. Se poi consideriamo anche il periodo pre-natalizio, troviamo il primo bacio di Harry, perciò niente male davvero.


E voi che ne pensate di questa classifica? La condividete oppure ne stilereste una differente? Fatecelo sapere con un commento!

Commenti

Xemnas
Xemnas

All posts
×