Categorie

Archivi

Meta

Horcrux: origini e analisi delle ripercussioni psicofisiche su chi li possiede

21 Maggio 2019 sere-savo 6 min read

Horcrux: origini e analisi delle ripercussioni psicofisiche su chi li possiede

21 Maggio 2019 Rose 6 min read

Horcrux: un nome, una leggenda. Una sezione così segreta delle Arti Oscure che la maggior parte dei maghi non ne ha mai neanche sentito parlare e, tra i pochi che ne sanno qualcosa, solo una minima parte ne sa abbastanza.

Ma quanto sono effettivamente oscuri e malvagi questi Horcrux? Chi li ha creati e quando? Quali poteri hanno di preciso e quali ripercussioni hanno sui loro proprietari? Vediamolo insieme, rispondendo ad ognuna di queste domande.

Herpo il Folle

Herpo fu un abile Mago Oscuro dell’antica Grecia e uno dei primi di cui si abbia memoria. I suoi continui, perversi esperimenti sulle creature magiche e sulla Magia Oscura, nonché il suo evidente squilibrio mentale, gli valsero il soprannome “il Folle”, con cui passò alla storia. Particolarmente degni di nota tra i suoi successi furono la schiusa del primo uovo di basilisco e la creazione del primo Horcrux.

Herpo il Folle.

Esatto: Herpo fu il primo immortale della Storia. Non si sa se il suo Horcrux sia durato e gli abbia concesso di vivere fino ai nostri giorni oppure se qualcuno lo abbia distrutto; sicuramente, se la seconda ipotesi è corretta, Herpo ha vissuto per un bel pezzo prima che qualcuno riuscisse a scoprire il modo per ucciderlo.


Creazione degli Horcrux

Raggiungere l’immortalità (o una parvenza di essa) non è cosa da poco, anche se si ha a disposizione una grande abilità magica. Quale fu, dunque, il principale problema di Herpo? Come ben sappiamo, legare la propria anima al mondo terreno: una parte di lui doveva ancorarlo alla terra nel caso in cui fosse morto. Doveva perciò trovare la maniera di scindersi. Ma come fare? I dilemmi erano tanti, ma per uno svitato del genere essere ossessionati da queste bestialità era all’ordine del giorno.

Riflettendo a lungo, comprese che per dividere la propria anima doveva commettere un’azione così malvagia e snaturata che ne sarebbe rimasto segnato in qualche modo. Capì che l’unica cosa che avrebbe potuto segnarlo nel profondo era un omicidio.

Fu così che progettò tutto: uccise una persona qualunque (non importava chi, bastava che morisse qualcuno per la sua nobile causa), puntò la bacchetta contro il contenitore che aveva scelto in precedenza e, tramite la formula “Transtulit Sanguinis”, creò il primo Horcrux mai esistito.

Nb: Nei libri della saga scritti dalla Rowling non si viene a conoscenza della formula esatta per scindere l’anima. Quindi la formula “Transtulit sanguinis” deriva da un’ipotesi basata sui ricordi del professor Lumacorno, quando lui definisce l’Horcrux come “Anima Trasferita“.


Le conseguenze della creazione degli Horcrux su Herpo il Folle

Non appena ebbe creato il suo Horcrux, Herpo subì dei mutamenti, sia fisici che mentali; a livello fisico, i tratti del suo volto divennero lievemente serpenteschi, mentre il suo squilibrio mentale peggiorò. Questo drastico cambiamento avvenne con la creazione di un solo Horcrux, ma cosa sarebbe successo se Herpo ne avesse creato una pluralità?

Per avere una risposta, dovremo attendere circa due millenni e mezzo con la nascita di Tom Orvoloson Riddle, alias Lord Voldemort, il quale, nella sua folle ossessione per l’immortalità, arrivò a crearne addirittura sei, escludendo dal conto Harry Potter che, benché fosse un Horcrux a tutti gli effetti, è stato creato involontariamente (difatti, Voldemort non sapeva nemmeno che lo fosse).


Le conseguenze della creazione degli Horcrux su Lord Voldemort

Se il giovane Riddle, già di suo, odiava a morte sia i Babbani (a causa del padre che non lo aveva mai voluto), sia l’amore (per via della madre che preferì l’ignominia della morte al prendersi cura di un figlio avente bisogno di lei), la creazione di ben sette Horcrux non è stata certo una camomilla per il suo animo pieno di rabbia e risentimento. Difatti, se da giovane provava i comuni disturbi emotivi che possono affliggere un bambino o un adolescente come tanti nella sua stessa situazione, dopo aver creato gli Horcrux è realmente diventato, come sosteneva Silente, incapace di provare amore sotto qualsiasi forma.

Potremmo definirlo un puro concentrato d’odio e violenza, seppur ancora quasi totalmente lucido, poiché obiettivamente sarà stato un genocida quanto volete, ma pazzo non era. Ma vediamo come gli Horcrux lo hanno lentamente divorato.

Gli Horcrux di Lord Voldemort

1) Diario: creato tramite l’omicidio di Mirtilla Malcontenta (vi siete mai chiesti il suo vero nome? Leggete qui), lo ha reso più freddo e propenso ad ammazzare per proprio tornaconto.

horcrux 1
Il diario di Riddle – Il primo Horcrux

2) La Pietra della Resurrezione: creata con l’assassinio di Tom Riddle Senior, ha reso la sua carnagione più pallida e ha azzerato il suo buonsenso.

La Pietra della Resurrezione – Il secondo Horcrux

3) Diadema di Corvonero: creato uccidendo un contadino albanese. Come si può evincere dall’incontro con Silente nel Pensatoio, ha iniziato a renderlo lievemente irascibile e a fargli perdere facilmente la pazienza; inoltre, ha iniziato a distorcergli i lineamenti.

Il diadema di Corvonero – Il terzo Horcrux

4) Medaglione di Serpeverde: creato tramite l’omicidio di un clochard, ha reso la sua personalità paragonabile a quella di un cocainomane in astinenza; ha iniziato a perdere i capelli, le narici si sono assottigliate, la sua carnagione è diventata più cerea e le guance più infossate.

horcrux 4
Il medaglione di Serpeverde – Il quarto Horcrux

5) Coppa di Tassorosso: creato uccidendo Hepzibah Smith, ha reso il suo carattere molto simile a quello che ha nei libri; fisicamente, è diventato completamente emaciato, iridi e pupille sono divenute rosse e serpentesche e il naso si è appiattito.

horcrux 5
La coppa di Tassorosso – Il quinto Horcrux

6) Harry Potter: creato inintenzionalmente a causa della sua anima ormai fortemente instabile, gli dona una mentalità altrettanto instabile, seppur sempre lucida. In sostanza, lo ha reso il Voldemort definitivo.

horcrux 6
Harry Potter – Il sesto Horcrux

7) Nagini: creata con l’omicidio di Frank Bryce, è stata l’Horcrux che ha segnato il punto di non ritorno per l’anima di Voldemort; la sua anima era, per l’appunto, talmente danneggiata che non sarebbe mai riuscito a ricomporla.

horcrux 7
Nagini – Il settimo Horcrux

Confronti e osservazioni

Si può facilmente notare come le differenze tra Herpo e Voldemort siano notevolissime e quanto anche la creazione di un solo Horcrux porti cambiamenti molto drastici sulla personalità e sul fisico del suo proprietario. Sulla via che porta all’immortalità, abbiamo incontrato (prendiamola alla leggera) dapprima un uomo di scienza che ha scelto di rinunciare a un po’ di umanità e infine un uomo che, pur di conquistarla, ha commesso stermini di massa e ha trasceso il male più puro e inimmaginabile.

Ci tengo a farvi notare anche un’altra cosa: mentre Herpo si è limitato a creare un Horcrux col suo scopo basilare, Voldemort ha affinato e sviluppato la tecnica, incantando e maledicendo abilmente alcuni di quegli oggetti in modo che servissero non solo come baluardi, ma anche come strumenti offensivi, in modo che potessero essere un potenziale e letale pericolo per gli altri maghi. Vediamo di spiegarci meglio.

Gli Horcrux suddivisi per categorie

1) Il diario era un Horcrux inanimato di tipo bilanciato, poiché erano le persone che ci entravano in contatto a dovergli permettere di possederle. A quel punto, l’Horcrux induceva il malcapitato a riaprire la Camera dei Segreti, risvegliare il Basilisco per fargli sterminare Nati Babbani e Mezzosangue e far sapere a tutti che l’Erede di Serpeverde era nientemeno che Voldemort in persona, merito di cui non aveva potuto prendersi il merito durante il suo periodo di permanenza a Hogwarts come studente.

2) Il medaglione di Serpeverde era invece un Horcrux inanimato di tipo offensivo, in quanto è stato pensato per aggredire e massacrare psicologicamente e in maniera diretta chiunque avesse tentato di distruggerlo.

3) Nagini, invece, era un Horcrux animato di tipo offensivo, poiché Voldemort l’ha spesso usata per attaccare gli altri maghi.

4) L’Anello di Gaunt, la Coppa di Tassorosso e il Diadema di Corvonero, invece, erano Horcrux inanimati di tipo difensivo, in quanto totalmente innocui, in teoria, se non consideriamo le successive maledizioni aggiuntive aggiunte da Voldemort in loro protezione.


Spero che questo articolo possa descrivere in maniera dettagliata ed esplicativa tutto ciò che concerne questi famigerati oggetti e i loro proprietari. Perlomeno, quelli più famosi: probabilmente nell’arco di 2500 anni molti altri avranno creato un Horcrux, ma la zia Jo, come al solito, non ce lo racconta.

Sarò ben felice di sapere se e per quale motivo siete in disaccordo con me, purché argomentiate i vostri punti di vista nei commenti: non sia mai che possa uscire del materiale nuovo che possa permettermi non solo aggiornare, ma anche migliorare e prolungare questo articolo.

Detto questo, grazie della lettura e alla prossima!

Commenti

×