Categorie

Archivi

Meta

Hogwarts Legacy: a che punto siamo? E spunta un video ASMR!

24 Maggio 2022 gian-sarl 5 min read

Hogwarts Legacy: a che punto siamo? E spunta un video ASMR!

24 Maggio 2022 Newt 5 min read

Su Youtube è apparso un nuovo video di Harry Potter. Si tratta di un ASMR. Per chi non lo sapesse, è l’acronimo di Autonomous Sensory Meridian Response, ovvero risposta sensoriale meridiana autonoma, e indica una sorta di formicolio che produce un rilassamento mentale. Possiamo sentire il suono della pioggia che cade su Hogwarts e Hogsmeade.

YouTube abbonda di questi video nelle forme più disparate e non è la prima volta che questo fenomeno si ricollega a quello di Harry Potter. La novità è che si tratta di un video ufficiale e che non si trova nel canale principale di Wizarding World, ma in quello di Hogwarts Legacy, del quale è solo il quarto video. Ci chiediamo quindi se esso rivela qualche significato nascosto o degli indizi sul gioco. In ogni caso cogliamo l’occasione per cercare di capire a che punto siamo con lo sviluppo del prodotto.

Dov’eravamo rimasti con Hogwarts Legacy?

Le notizie su Hogwarts Legacy vivono una fase di calma apparente. Dal video dello State of Play, che abbiamo analizzato qui, sono ormai passati più di due mesi (18 marzo). Non c’è ancora una data di uscita ufficiale e non è ben chiaro a cosa si riferisca quell’“Holiday 2022” apparso in quel video di presentazione.

Vi abbiamo poi comunicato, attraverso la nostra pagina Facebook, una data di uscita apparsa su un catalogo di prenotazione dei videogiochi presso il Comicon, la fiera del fumetto di Napoli, ovvero il 25 novembre 2022. I cataloghi sono però spesso soltanto illustrativi, dunque tutto questo è da prendere con le pinze.

In ogni caso, c’è da aspettare ancora un bel po’. Allora, in questi mesi di prolungato silenzio da parte di Portkey Games e di Avalanche Software, è ben accetto ogni loro minimo segnale di vita, come questo video ASMR apparentemente segna significati.


È soltanto un video ASMR?

Che informazioni può dare sul gioco un video ASMR? Certo, ci sono delle spettacolari immagini in 4K che scorrono davanti agli occhi, ma non sono le prime immagini che vengono rivelate del gioco. Sono però immagini inedite che potrebbero rivelare dei luoghi che saranno visitabili nel gioco, anche se nulla di questo va preso come notizia ufficiale.

Inoltre, è probabile che nel gioco saranno presenti gli effetti atmosferici, abbiamo l’alternanza tra giorno e notte e forse persino quella tra le varie stagioni dell’anno. Il titolo, infatti, dice chiaramente “A Rainy Spring Night”, “una piovosa notte di primavera”. Chissà se questo avrà persino un’influenza sui combattimenti o su altri aspetti.

Però, guardando bene le immagini e zoommando nei punti giusti, qualcosa si può scoprire. In particolare, delle otto scene del video (2 minuti e mezzo ciascuna, per un totale di 20 minuti) le prime quattro sono ambientate a Hogwarts e le altre a Hogsmeade. L’architettura del castello ricorda in qualche modo quella dei film ma ancora di più quella dei videogiochi precedenti.


Le scene a Hogwarts

Nella prima scena, sembra vedersi una torre sullo sfondo che può sembrare la Guferia (che appunto è “staccata” da Hogwarts nei film e nei videogiochi). La seconda invece ricorda molto il Cortile in Pietra che appare in alcuni giochi (come l’Ordine della Fenice).

La terza ritrae semplicemente il castello visto dai giardini del castello. La scena più misteriosa della serie è però sicuramente la quarta, non solo perché ci troviamo in un cortile che non sembra riconducibile a nulla che sia stato già visto, ma perché sulla destra, alla base della torcia, vediamo comparire uno strano simbolo. Tutto fa pensare che quel simbolo sia strettamente collegato alla trama!

La quarta scena (a partire dal minuto 7:30 del video)

Le scene a Hogsmeade

Com’era la Hogsmeade di fine Ottocento? Possiamo scoprire qualcosa dalle quattro scene finali del video ASMR, che ritraggono posti che non avevamo visto nello State of Play, dove Hogsmeade compariva solo per pochi secondi.

La quinta scena rappresenta senza alcun dubbio la High Street e vi troviamo ben cinque insegne, sebbene alcune possono non essere chiare in alcuni punti del video:

  • Hog’s Head, Testa di Porco, nel cartello sulla sinistra. No, niente Aberforth con le sue capre, dato che ha frequentato Hogwarts fino al 1902. Probabilmente scopriremo chi è il suo predecessore.
  • Zonko’s, ancora nel cartello, il mitico negozio di scherzi che circa cent’anni dopo sarebbe diventato l’attrazione preferita di Fred, George e Lee Jordan.
  • The Three Broomsticks, I Tre Manici di Scopa, al centro. Questo dimostra con ogni probabilità che Lumacorno mentiva nel sesto film quando ha detto che lo frequentava da quando si chiamava Un Manico di Scopa!
  • Quality Quidditch Supplies, Accessori di Prima Qualità per il Quidditch, sulla destra. Questo è in realtà un negozio che si trova a Diagon Alley. Probabilmente ha cambiato sede nel corso dei cento anni che intercorrono tra l’ambientazione del gioco e quella della saga principale. Se davvero fosse visitabile nel gioco, sarebbe un’ottima notizia, visto che, come vi abbiamo parlato nell’analisi del trailer, l’assenza di scene di Quidditch aveva fatto storcere il naso agli appassionati.
  • Ollivander’s. Sì, proprio lui. O almeno la sua catena di negozi. Sulla parete di sinistra si legge parte della sua insegna, che appariva anche nel trailer del gioco proprio a Hogsmeade. Questo non rappresenta una novità. Certo, ci aspettiamo di trovarlo a Diagon Alley, ma nel Wizarding World of Harry Potter (il parco a tema presente in tre location del nostro mondo) troviamo proprio una succursale del negozio di bacchette nell’area di Hogsmeade. È però improbabile che troveremo Garrick Olivander in persona a gestire la succursale, anche se la sua presenza non andrebbe in contrasto con la timeline principale.
La quinta scena (a partire dal minuto 10 del video)

Nella sesta scena vediamo quella che ha tutta l’aria di essere una sala da tè. Potrebbe essere quella di Madama Piediburro, mai apparsa nei film, teatro del disastroso appuntamento di Harry con Cho, di cui vi parliamo qui.

L’inquadratura si sposta progressivamente e intorno al minuto 13:45, proprio dietro alla sagoma della tazza da tè, compare l’insegna Hogsmeade Post Office, con l’immagine di un gufo. Questo posto è menzionato nel terzo libro:

Andarono all’Ufficio Postale. Ron finse di controllare il prezzo di un gufo per Bill in Egitto e così Harry poté dare un’occhiata in giro. I gufi, almeno trecento, erano appollaiati tutto intorno e tubavano; si andava dai grandi esemplari di gufo grigio fino ai piccoli assioli (‘Solo consegne locali’), così minuscoli che avrebbero potuto stare nel palmo della mano di Harry.

Prigioniero di Azkaban, Capitolo 14
La sesta scena (a partire dal minuto 12:30)

Nella settima scena vediamo finalmente l’ingresso della Testa di Porco (nella quinta avevamo visto solo l’indicazione). Nell’ultima, invece, abbiamo una pioggia più intensa con lampi e tuoni e vediamo un misterioso Magic Neep, traducibile come Rapa magica, su un’insegna verde sulla sinistra.

La sua pagina su Harry Potter Fandom ci rivela che non è nient’altro che un fruttivendolo magico e che era apparso, oltre che nel parco a tema, nel videogioco per smartphone di Animali Fantastici.

L’ottava e ultima scena (a partire dal minuto 17:30)

Non ci resta quindi che attendere l’uscita del gioco, sapendo che con ogni probabilità potremo tornare in luoghi conosciuti, ma con un altro aspetto vista la grafica del gioco e l’ambientazione nell’Ottocento, ma anche esplorarne di nuovi o approfondirne alcuni che sono stati menzionati solo di sfuggita nei libri o nei film. Quale di questi vi incuriosisce di più?

Commenti

Newt
Newt

Ingegnere meccanico, 29 anni, Tassorosso.

All posts
×