Categorie

Archivi

Meta

Good Omens: smistamento di una delle migliori serie in circolazione

18 Novembre 2020 vale-long 7 min read
Good Omens Smistamento

Good Omens: smistamento di una delle migliori serie in circolazione

18 Novembre 2020 Caskett 7 min read

Serie composta da una sola stagione ma assolutamente degna di attenzione, Good Omens ha conquistato più di un cuore. E che David Tennant e Miranda Richardson facciano parte del cast è solo un valore aggiunto!

Nato dalla mente di Neil Gaiman (creatore, tra gli altri, anche del soggetto di Lucifer, ai cui personaggi abbiamo dedicato un articolo), Good Omens (trailer) ha come protagonisti un angelo e un diavolo, Crowley e Aziraphale, amici sin dai tempi di Adamo ed Eva. Motore dell’azione è l’imminente Apocalisse, voluta sia dal Paradiso che dall’Inferno, che comincerà non appena l’Anticristo acquisterà coscienza dei suoi poteri. I nostri due protagonisti hanno, invece, lo scopo di fermarla.

Purtroppo, l’unica stagione di cui è composta la serie è formata da sole sei puntate, che è un peccato vista la grande qualità del cast e della messa in scena. I personaggi secondari sono tantissimi e le sfaccettature delle loro personalità, malauguratamente, non perfettamente delineate per poter fare uno smistamento esaustivo. In linea di massima, i Quattro Cavalieri dell’Apocalisse, Guerra, Carestia, Inquinamento e Morte, possono essere considerati dei Serpeverde per la determinazione a svolgere il loro compito. Anche i Diavoli dell’Inferno possono essere giudicati dei Serpeverde per la furbizia che mettono nel loro lavoro. Per quanto riguarda le forze del Paradiso, conosciamo abbastanza bene gli Arcangeli Gabriele e Michele e sorprendentemente risultano dei Serpeverde anche loro. L’obiettivo che hanno è far scoppiare l’Apocalisse per poter combattere contro le forze avversarie e vincerle definitivamente e, per farlo, arrivano persino ad allearsi con Belzebù e i diavoli che comanda.

Per quanto riguarda i personaggi principali, vale lo stesso discorso di prima. Ma la bellezza della serie vale tutto il tentativo di provare ad assegnare una Casa di Hogwarts a ognuno!

Good Omens: un Angelo e un Diavolo inusuali

Crowley

Crowley Good Omens

Diavolo vanesio ma dal buon cuore, Crowley, interpretato da David Tennant, è l’incarnazione dello stile inglese. Vestito impeccabile, occhiali da sole neri, auto d’epoca e grande amore per i Queen, colonna sonora di ogni sua entrata in scena, dà un tocco di eleganza a tutto Good Omens. Cosa si potrebbe chiedere di più? Forse un lato del suo carattere che possa sorprendere, e chiaramente c’è anche quello.

Dalla personalità a volte indolente e svogliata, Crowley non ha alcun interesse a che il mondo finisca. La verità è che, nel tempo, si è innamorato del genere umano e di ciò di cui gli uomini sono capaci, della bellezza di cui è fatto il mondo. Perciò, non solo quando riceve il compito di consegnare il baby-Anticristo alla famiglia designata lo fa con superficialità (e, neanche a dirlo, sbaglia famiglia). Quanto si impegna con tutte le sue forze e la sua enorme intelligenza per far si che l’Apocalisse non abbia luogo. E, quando pensa che Aziraphale, il suo migliore amico, sia morto parte in quarta per vendicarlo. Non c’è dubbio che sia un perfetto Serpeverde.

Aziraphale

Aziraphale Good Omens

Un Angelo combinaguai e impacciato come Aziraphale, interpretato da Michael Sheen, non capita di incontrarlo tutti i giorni. A meno che non ci si trovi nel mondo di Good Omens. Appassionato di lettura al punto di essere il proprietario di una libreria, quello che non gli manca è di certo la gentilezza. Fin dalla tentazione di Adamo ed Eva (ad opera, tra l’altro, di Crowley), non esita a coprire il nuovo demoniaco amico con un’ala quando si trovano sotto la pioggia, o a dare la sua Spada a Eva per permetterle di difendersi dopo la cacciata dall’Eden. La sua profonda bontà lo porta ad appassionarsi ad ogni forma d’arte e a vedere il lato buono di qualsiasi cosa.

È, però, anche notevolmente coraggioso. Ci vuole fegato per sfidare gli Arcangeli quando riceve l’ordine di non interferire nel corso dell’Apocalisse. Oppure per allearsi con un diavolo nonostante ciò vada apertamente contro le regole celesti. Nonostante la sua cieca fedeltà al Paradiso, arriva a mettere in discussione persino la correttezza della guerra che ogni angelo è più che pronto a combattere. La regola vorrebbe che, almeno lui, fosse un Grifondoro. Eppure, è troppo onesto e fedele alla sua amicizia straordinaria con Crowley per non affermare che sia, piuttosto, un ottimo Tassorosso.


Good Omens: i “Loro”

Adam Young

Adam Young, l'Anticristo di Good Omens

Anticristo di nascita e leader di natura, Adam Young, capo di un gruppo di quattro amici soprannominati “Loro”, è un ragazzino assolutamente normale. Anzi, c’è di più, è buono e gentile e fa di tutto per i suoi amici e la sua famiglia.

Quando il Segugio dell’Inferno arriva da lui assume le sembianze che Adam desidera. Il risultato è un adorabile cagnolino giocherellone, che non può fare a meno di riflettere la personalità del suo padroncino. È perciò un chiaro riferimento al fatto che noi non siamo ciò che gli altri decidono per noi, ma siamo ciò che scegliamo di essere. E Adam è un ragazzo giusto, che anche dopo aver preso coscienza di ciò che è non cambia la sua natura. Quasi quasi, ricorda vagamente la personalità del nostro Harry. È per questo che, a dispetto di ciò che c si potrebbe aspettare, si può ben considerare un Grifondoro.

Pepper

Una ragazzina contro cui non ci si vorrebbe mai mettere contro è proprio Pepper. A undici anni, è già contro ogni tipo di sessismo e pregiudizio (particolarmente felice, a questo punto, di farla interpretare da un’attrice di colore). Non ama le convenzioni e ha le idee più chiare di tutti quelli del suo gruppo. Dalla risposta pronta e l’animo combattente, ricorda piuttosto da vicino la nostra Hermione. Decisamente una Grifondoro!

Brian

Altro membro dei “Loro”, Brian è il più entusiasta dei quattro. Pronto ad appoggiare i suoi amici in ogni occasione, è anche un ragazzo divertente e tendente a essere quella che si suol dire l’anima della festa. Anche lui ricorda facilmente qualcuno: Ron. Come lui, è l’amico dal quale vai per trovare una spalla o per farti due risate se una giornata è andata storta. Non c’è dubbio che anche lui sia un Grifondoro.

Wensleydale

Piccolo e magrolino, apparentemente il più fragile dei quattro, Wensleydale è il classico amico intelligente. Serio e maturo, con un paio di occhiali a caratterizzarlo, sta molto attento all’attualità e ai problemi del mondo in cui vive. Non gli manca certo il coraggio e la fedeltà al suo gruppo di amici, ma rispetto a loro ha un’indole molto più tranquilla. Probabilmente, la Casa che lo rappresenta di più è quella di Corvonero.


Good Omens: le streghe e i loro cacciatori

Anathema Device

Anathema: la discendente di Agnes Nutter in Good Omens

Ultima discendente di una Profetessa che nel ‘600 aveva predetto con precisione ogni avvenimento per i 400 anni a venire, Anathema Device è una ragazza coraggiosissima. Vive in America, viene cresciuta nel culto della sua antenata e, quando arriva il suo momento, parte per l’Inghilterra senza il minimo tentennamento. Unico problema: non sa esattamente qual è il suo compito! Le profezie di Agnes Nutter erano state sempre più che accurate, ma più si avvicinava il momento della fine del mondo più diventavano confuse e criptiche. Anathema, comunque, non si perde d’animo e sfutta la sua intelligenza e le sue conoscenze per trarre il meglio dalle situazioni in cui si trova. Se si dovesse associare ad una Casa, si direbbe una Corvonero.

Newton Pulsifer

Il tratto caratteristico (e importante) di Newton Pulsifer è che non solo è totalmente negato per i computer, quanto rompe qualsiasi dispositivo con cui entri in contatto. Discendente di colui che, nel XVII secolo, aveva messo al rogo proprio Agnes Nutter, l’ascendente di Anathema, è reso estremamente insicuro proprio da questo limite, visto anche il suo amore per l’elettronica. È, però, anche un ragazzo mite e gentile, che aiuta Anathema a capire chi è veramente e cosa vuole essere nella sua vita. La Casa più affine alla sua personalità è sicuramente Tassorosso.

Madame Tracy

Personaggio dinamico interpretato da Miranda Richardson, Madame Tracy è una medium e prostituta part-time. La sua personalità non viene perfettamente delineata all’interno della serie, anche se si possono rintracciare degli aspetti definiti quali la bontà e la gentilezza. È il personaggio che meno di tutti giudica dalle apparenze, probabilmente proprio per la sua esperienza e la conoscenza del mondo e delle persone. È difficile assegnarla a una Casa, proprio per la scarsità delle scene di cui è protagonista, ma forse non si sbaglierebbe a considerarla una Tassorosso.

Shadwell

 Il capitano Shadwell, unico cacciatore di streghe rimasto nel XXI secolo, è un uomo tanto scorbutico quanto determinato a credere nella sua causa. È fermamente convinto che le streghe esistano e vadano combattute, anche se la casa in cui vive sia confinante con quella di Madame Tracy, che lui chiama la “meretrice di Babilonia” e cui è sinceramente affezionato. Un tratto caratteristico della sua personalità è la sua prontezza d’animo e l’audacia con cui si lancia nelle sue battaglie, anche e soprattutto quando si tratta di salvare Newton o la stessa Madame Tracy. È, quindi, un valido Grifondoro.


Oltre a godere della brillante interpretazione di David Tennant e della deliziosa presenza di Miranda Richardson, Good Omens ha come freccia al suo arco una costruzione narrativa pulita e intelligente. Vale, perciò, la pena di essere vista e rimanere nel cuore.

Commenti

Caskett
Caskett

All posts
×