Categorie

Archivi

Meta

Dietro le quinte di Animali Fantastici: Gnarlak il goblin

23 Agosto 2018 nico-dido 2 min read

Dietro le quinte di Animali Fantastici: Gnarlak il goblin

23 Agosto 2018 Albus 2 min read

Gnarlak, il proprietario della rivendita clandestina di alcolici The Blind Pig, è interpretato dall’inimitabile Ron Perlman in Animali Fantastici e Dove Trovarli. Ecco come ha affrontato il ruolo.

Ron Perlman è un attore abituato ad avere le sue sembianze trasformate in un personaggio o in un altro, avendo recitato precedentemente la Bestia nella serie TV Beauty and the Beast. Un altro suo ruolo è quello di Hellboy, nei due film omonimi. Tuttavia, per interpretare Gnarlak, il capo goblin del Blind Pig, a Perlman furono risparmiate ore e ore di trucco e parrucco.

Infatti, la sua performance è stata registrata con la tecnica del motion capture dal dipartimento degli effetti speciali. Tuttavia, il capo del dipartimento Christian Manz e i suoi collaboratori erano determinati a mettere quanto più possibile dell’aspetto e personalità dell’attore nel Gnarlak digitale.

Durante le riprese, Perlman recitò le sue scene in uno spazio in scala con Eddie Redmayne, Katherine Waterson e il resto del cast umano seduto su delle scatole di legno per far sentire piccolo l’attore e assicurarsi che la direzione dello sguardo fosse corretta.

“Ha una certa aria da spavaldo”, afferma Perlman parlando del suo personaggio. “Fra le persone nella stanza, dev’essere fra le più furbe. Usa l’intelligenza per i suoi fini disgustosi. Sa come muoversi e, come molti truffatori, sa trovare le debolezze di ognuno per sfruttarle a proprio vantaggio.”

Molti degli avventori del Blind Pig – goblin, giganti, eccetera – furono ricreati dal dipartimento degli effetti speciali usando delle controfigure sul set per catturare i loro movimenti e personalità. Queste informazioni vennero poi usate come base per le loro versioni digitali.


Tradotto da Pottermore.

Commenti

Albus

La felicità la si può trovare anche negli attimi più tenebrosi, se solo uno si ricorda... di accendere la luce.

All posts
×