Categorie

Archivi

Meta

Gli effetti positivi di Harry Potter sui bambini (e non solo)

7 Novembre 2015 mari-gard 2 min read

Gli effetti positivi di Harry Potter sui bambini (e non solo)

7 Novembre 2015 Luna 2 min read

È risaputo che la saga di Harry Potter, sin dal primo libro, ha appassionato ragazzi di tutte le età – bambini e adolescenti – e non solo. Ma che effetto ha avuto (e continua tutt’oggi ad avere) sui più giovani?

I romanzi della Rowling sono stati più volte elogiati in quanto capaci di saper intrattenere i ragazzi sin dalla più tenera età. Alcuni studi hanno portato alla luce una serie di effetti positivi che hanno influenzato i lettori, nonostante questo argomento sia ancora molto discusso. Ecco i principali:

Aumento dell’alfabetizzazione

L’effetto positivo più rilevante è, senza dubbio, l’aumento dell’alfabetizzazione tra i giovani. È quasi impossibile non rimanere attratti dalla storia, che è riuscita a catturare milioni di fan. Uno studio condotto nel 2006 ha riportato dati strabilianti: il 65% dei bambini che stava leggendo la saga aveva risultati migliori in ambito scolastico, mentre l’85% ha riscontrato un maggiore interesse nella lettura.

MARCO OKHUIZEN/AFP/Getty Images

Moralità e amicizia

Uno studio condotto da Journal of Moral Education nel 2002 ha suggerito che la serie fornisce ai bambini delle nozioni importantissime di moralità e amicizia. All’inizio della saga la morale è chiara è distinta, così come la distinzione tra bene e male. Proseguendo, una serie di avvenimenti tende ad offuscare questa opposizione, conducendo i bambini a mettere in discussione le differenze tra giusto e sbagliato. Inoltre, la sopravvivenza e il successo di Harry sono dovuti alle amicizie instaurate nel corso della storia, il che fa maturare nei più giovani uno spiccato senso di amicizia.

Il potere del pensiero positivo è importantissimo: molti incantesimi possono essere eseguiti solo grazie al controllo delle emozioni, e tutto ciò ha avuto un riscontro anche nei lettori.

CHARLA JONES/TORONTO STAR

La crescita dei personaggi

Gli studenti di Hogwarts vengono smistati in quattro Case (Grifondoro, Tassorosso, Corvonero e Serpeverde) che, durante l’anno scolastico, competono per aggiudicarsi la Coppa delle Case. Il singolo studente, però, può accumulare o perdere punti in base al proprio comportamento e alla sua resa scolastica. Ciò favorisce la maturazione di un senso di responsabilità nei lettori.


Questi sono solo alcuni degli effetti positivi; ovviamente vengono riscontrati anche nei lettori più grandi, dai liceali agli adulti, ma tendono ad assumere maggiore importanza nei più piccoli proprio perché influiscono sulla crescita.

Insomma, dobbiamo molto a Harry Potter: i suoi personaggi hanno dispensato a noi e a bambini più piccoli molte lezioni di vita importanti.

Commenti

Luna

Se metti buona volontà il mondo tutto ti darà. Però se tu non rischierai... Nulla mai rosicherai.

All posts
×