Categorie

Archivi

Meta

Ecco cosa mi hanno insegnato i personaggi di Harry Potter

19 Settembre 2017 mari-gard 5 min read

Ecco cosa mi hanno insegnato i personaggi di Harry Potter

19 Settembre 2017 Luna 5 min read

Harry Potter non è solo una saga: è anche vita, morte, amore, amicizia, coraggio, fedeltà, gratitudine, paura, gioia, solidarietà.

E’ una di quelle storie che ti entrano nel cuore, che lo arricchiscono, che cambiano il tuo atteggiamento. Nonostante siano passati 10 anni dall’uscita dei Doni della Morte, siamo tutti qui a parlarne. Perché in un momento della nostra vita siamo stati in qualche modo segnati dalla saga. Abbiamo trovato nuove avventure, nuove esperienze, nuovi amici, nuovi insegnamenti. Ecco cosa ci hanno insegnato, nel loro piccolo, i personaggi della saga:

I Weasley mi hanno insegnato che la famiglia è importante.

«Ginny!» esclamò il signor Weasley esterrefatto. «Ma allora io non ti ho insegnato proprio niente? Che cosa ti ho sempre detto? Non ti fidare mai di niente che pensi da solo se non riesci a capire dove ha il cervello. Perché non hai mostrato il diario a me o a tua madre? Un oggetto tanto sospetto, era chiaro che fosse strapieno di magia nera!» 


James Potter mi ha insegnato che anche un bullo può diventare un grande uomo.

«Pensi che sia un idiota?» gli chiese Harry.
«No, penso che tu sia come James» rispose Lupin. «Per lui sarebbe stato il massimo del disonore diffidare degli amici».


Lily Evans mi ha insegnato che nessuno ti ama più di tua madre.

Harry, sei tanto amato… Harry, mamma ti ama… Papà ti ama… Harry, sii prudente, sii forte…


Sirius Black mi ha insegnato che i tuoi consanguinei non definiscono ciò che sei.

Se vuoi sapere com’è un uomo, guarda bene come tratta i suoi inferiori, non i suoi pari.


Remus Lupin mi ha insegnato a giudicare le persone non per cosa sono, ma per chi sono.

Tua madre mi è stata a fianco in un momento in cui nessun altro c’era. Non solo era una strega singolarmente dotata, era una donna gentile, fuori dal comune. Sapeva vedere la bellezza negli altri, perfino, e forse particolarmente, quando una persona non riusciva a vederla in sé stessa. 


Fred e George Weasley mi hanno insegnato a sorridere anche nei momenti più bui.

Falle vedere i sorci verdi anche per noi, Pix!


Luna Lovegood mi ha insegnato a vedere il mondo con una mente più aperta.

Ti crediamo tutti e due, a proposito. Colui-Che-Non-Deve-Essere-Nominato è tornato, l’hai affrontato, e ora il Ministero e la Gazzetta cospirano contro di te e Silente.


Neville Paciock mi ha insegnato che lavorare duro ed essere determinati porta al successo.

Mi unirò a te quando l’inferno gelerà. 


Ginny Weasley mi ha insegnato che non è l’essere grande e grosso a renderti forte.

Harry guardò Ginny, Ron e Hermione: il volto di Ron era contratto come se la luce del sole lo accecasse. Quello di Hermione era lucido di lacrime, ma Ginny non piangeva più. Incrociò gli occhi di Harry con la stessa espressione dura e ardente di quando lo aveva abbracciato dopo aver vinto la Coppa di Quidditch senza di lui, e lui seppe che in quel momento si capivano alla perfezione e che, quando lui le avesse detto che cosa avrebbe fatto, non avrebbe detto ‘sta’ attento’ o ‘non farlo’, ma avrebbe accettato la sua decisione, perché non si sarebbe aspettata da lui niente di meno.


Severus Piton mi ha insegnato che l’amore è la magia più potente che esista.

«L’hai tenuto in vita perché possa morire al momento giusto?»
«Non esserne stupito Severus. Quanti uomini e donne hai visto morire?»
«Di recente, solo quelli che non sono riuscito a salvare» rispose Piton. Si alzò. «Tu mi hai usato […] Ho fatto la spia per te, ho mentito per te, ho corso rischi mortali per te. Credevo che servisse a proteggere il figlio di Lily Potter. Adesso mi dici che l’hai allevato come una bestia da macello…»


Albus Silente mi ha insegnato a guardare oltre le apparenze e i pregiudizi.

Silente l’aveva avvertito di non parlare degli Horcrux con nessuno tranne Ron e Hermione. Segreti e bugie, ecco come siamo cresciuti, e Albus… aveva un talento naturale… Si stava trasformando in Silente, si teneva i segreti stretti al petto, aveva paura di fidarsi degli altri? Ma Silente si era fidato di Piton e a cos’aveva portato? A un assassinio sulla torre più alta… 


Hermione Granger mi ha insegnato a combattere per l’uguaglianza.

«Un momento!» fece Ron, brusco. «Abbiamo dimenticato qualcuno!»
«Chi?» chiese Hermione.
«Gli elfi domestici, saranno tutti giù in cucina, no?»
«Vuoi dire che dobbiamo farli combattere?» domandò Harry.
«No» rispose Ron, serio. «Dobbiamo farli andar via. Non vogliamo altri Dobby, no? Non possiamo chiedergli di morire per noi…»
Le zanne del Basilisco caddero con un gran fragore dalle braccia di Hermione. Corse da Ron, lo abbracciò e lo baciò sulla bocca. Ron gettò via le zanne e il manico di scopa e rispose con tanto entusiasmo che sollevò Hermione da terra.


Ron Weasley mi ha insegnato a superare le mie paure.

«Direi che questa notte ti sei fatto perdonare» ribatté Harry. «Hai preso la spada. Hai distrutto l’Horcrux. Mi hai salvato la vita».
«Detto così, mi fa sembrare molto più figo di quello che sono stato» borbottò Ron.


Harry Potter mi ha insegnato a fare ciò che è giusto, non ciò che è facile.

Tu sei il vero padrone della Morte, perché il vero padrone non cerca di sfuggirle. Accetta di dover morire e comprende che vi sono cose assai peggiori nel mondo dei vivi che morire. 


La saga mi ha insegnato a coltivare le amicizie e la famiglia, perché se non si è da soli, tutto è possibile.

Harry guardò Ginny, Ron e Hermione: il volto di Ron era contratto come se la luce del sole lo accecasse. Quello di Hermione era lucido di lacrime, ma Ginny non piangeva più. Incrociò gli occhi di Harry con la stessa espressione dura e ardente di quando lo aveva abbracciato dopo aver vinto la Coppa di Quidditch senza di lui, e lui seppe che in quel momento si capivano alla perfezione e che, quando lui le avesse detto che cosa avrebbe fatto, non avrebbe detto ‘sta’ attento’ o ‘non farlo’, ma avrebbe accettato la sua decisione, perché non si sarebbe aspettata da lui niente di meno.

Grazie, JK Rowling.

Leggi anche Ecco come i personaggi di HP ci hanno insegnato a superare il passato

Commenti

Luna
Luna

Se metti buona volontà il mondo tutto ti darà. Però se tu non rischierai... Nulla mai rosicherai.

All posts
×