Categorie

Archivi

Meta

Creature del Mondo Magico: gli Unicorni

17 Maggio 2021 enri-ruto 5 min read
Creature del mondo magico: gli unicorni

Creature del Mondo Magico: gli Unicorni

17 Maggio 2021 Winky 5 min read

Gli Unicorni sono creature fantastiche molto interessanti: vengono raffigurati come dei cavalli dal manto bianco con un corno in fronte, dotati di poteri magici.

Nella mitologia, gli unicorni rappresentano valori come la purezza, il coraggio e la libertà. Anche J. K. Rowling per descriverli nel Mondo Magico si è fortemente ispirata alle leggende tramandate fin dal Medioevo.

Cosa sono gli Unicorni?

Il nome di questa creatura viene dal latino unicornus, ovvero un solo corno, ma è anche conosciuto con gli appellativi di leocorno o alicorno. Viene raffigurato come un cavallo bianco con un lungo corno attorcigliato a spirale sulla fronte, chiamato anche alicorno, il quale avrebbe il potere di annullare gli effetti di un veleno. Inoltre ha gli zoccoli da bovino e la coda da leone.

Domenichino, La fanciulla e l’unicorno (1620 circa; affresco; Roma, Palazzo Farnese)
Affresco La fanciulla e l’unicorno di Domenichino (1620 circa)

In passato, diverse popolazioni hanno creduto alla sua esistenza. Gli antichi Greci parlavano degli Unicorni come di creature enormi, dalle sembianze equine, con un solo corno e di origini esotiche, più precisamente provenienti dall’India. I popoli nordici, invece, approfittarono delle zanne dei poveri narvali per venderle come corni di unicorni e sfruttare le credenze popolari sui loro poteri curativi.

L’Unicorno è simbolo di purezza e castità: nel Medioevo le storie narravano che solo una fanciulla vergine – ergo pura – potesse ammansire una di queste creature. Inoltre, è l’animale nazionale della Scozia, apparendo sullo stemma del Paese già nel Dodicesimo secolo. Rappresenta tutti i valori alla base del popolo scozzese: nobiltà, coraggio, libertà, oltre alla già citata purezza.

Statua di Unicorno con la bandiera scozzese.
Statua di unicorno con la bandiera scozzese a Edimburgo.

Gli Unicorni nel Mondo Magico di Harry Potter

« La professoressa Caporal finse di non sentirlo. Li guidò oltre il recinto che ospitava i cavalli di Beauxbatons, rannicchiati l’uno contro l’altro per difendersi dal freddo, verso un albero al limitare della Foresta, dov’era legato un grosso, bell’esemplare di Unicorno.
Un coro di  “Oooooh!” Si levò dalle ragazze. […]
L’unicorno era di un bianco così splendente che a confronto la neve sembrava grigia. Grattava il suolo nervosamente con gli zoccoli d’oro, gettando indietro la testa cornuta. »

Harry Potter e il Calice di Fuoco, Capitolo 24

Nel Mondo Magico, l’Unicorno vive nelle foreste del Nord Europa. Quando nasce il suo manto è dorato, crescendo diventa argentato e, infine, una volta raggiunta la maturità, bianco, come è conosciuto da tutti.

Unicorni nella Foresta.

Newt Scamander li ha descritti nel suo libro Animali Fantastici: dove trovarli, e anche Harry ne ha incontrati alcuni esemplari durante i suoi anni scolastici, come quando ha trovato un unicorno morente nella Foresta Proibita in Harry Potter e la Pietra Filosofale. In circostanze più felici, la Professoressa Caporal ha portato un unicorno da studiare durante una lezione di Cura delle Creature Magiche in Harry Potter e il Calice di Fuoco. Inoltre, piccola curiosità, il patronus di Fleur Delacour è proprio un unicorno.

È una creatura dotata di una potente magia e nel Mondo Magico questa viene sfruttata in diversi modi, legalmente e non: sia il suo crine che il suo corno sono ingredienti molto ricercati e usati, ma anche il suo sangue ha un potere enorme, come vedremo.

Dipinto di Unicorno

Il crine di unicorno

« “No, no… ecco, ebano e peli di Unicorno, otto pollici e mezzo, elastica. Avanti, avanti, la provi.”
Harry provò, provò ancora. Non aveva idea di che cosa cercasse Mr. Olivander. Le bacchette si stavano ammucchiando sulla sedia, ma più Mr. Olivander ne tirava fuori dagli scaffali, più sembrava felice. »

Harry Potter e la Pietra Filosofale, Capitolo 5 

I crini, o peli di unicorno, sono utilizzati da maghi e streghe per diversi scopi: il più conosciuto è sicuramente il suo impiego come nucleo delle bacchette magiche. Infatti essi hanno la caratteristica di essere molto resistenti e vengono usati anche per alcune pozioni o per fabbricare fasciature.

Una bacchetta con nucleo di crine di unicorno assicura una magia costante e pura; per tale ragione tali bacchette sono, senza dubbio, le più difficili da convertire alla Magia Oscura. Esse dimostrano una grande fedeltà nei confronti del loro primo proprietario e il nucleo potrebbe addirittura morire in caso di maltrattamenti.

Ron con la sua bacchetta con nucleo di crine di unicorno
La seconda bacchetta di Ron ha il nucleo di crine di unicorno

Il Corno di Unicorno

Il corno di unicorno e la sua polvere hanno un forte potere curativo. Sono ingredienti molto ricercati e usati in diverse pozioni, come nell’antidoto ai veleni comuni: un filtro di colore verdastro che cura e annienta la maggior parte dei veleni, dalle punture e i morsi di creature magiche alle intossicazioni causate dall’aver ingerito sostanze velenose.

Il potere curativo e magico del Corno di Unicorno è storicamente noto, così come la sua preziosità. Spesso un corno veniva donato ai Sovrani per proteggere il loro regno. Come già accennato, a lungo si è creduto alla loro esistenza, ma oggi sappiamo che questi corni erano zanne di narvalo o corni di rinoceronte.

Un unicorno secondo il videogioco The Elder Scrolls.
Un unicorno in The Elder Scrolls

Il Sangue di Unicorno

Uccidere un unicorno è contro tutte le Leggi del Mondo Magico. Queste creature incarnano la purezza, quindi ucciderne una solo per berne il sangue vuol dire macchiare e dannare la propria anima, come ha spiegato il Centauro Fiorenzo a Harry:

« Soltanto uno che non ha niente da perdere e tutto da guadagnare commetterebbe un delitto del genere. Il sangue dell’unicorno ti mantiene in vita anche se sei a un passo dalla morte; ma il prezzo da pagare è tremendo. Poiché hai ucciso una cosa pura e indifesa per salvarti, dall’istante che il sangue tocca le tue labbra non vivrai che una vita a metà, una vita maledetta. »

Harry Potter e la Pietra Filosofale, capitolo 15
Hagrid che trova una pozza di sangue di uno degli unicorni
Hagrid trova una pozza di sangue di unicorno nella Foresta Proibita

Il Sangue di unicorno è di colore argenteo, denso, con enormi poteri: può guarire dai veleni, rimarginare qualsiasi ferita e allungare la vita, anche a un passo dalla morte.

In Harry Potter e la Pietra Filosofale Harry ha incontrato Lord Voldemort nella Foresta Proibita mentre, ospite nel corpo del Professor Raptor, beveva il sangue di un unicorno per riacquistare temporaneamente le forze, nell’attesa di recuperare la Pietra Filosofale.

« “AAAAAARGH!”
Malfoy si lasciò sfuggire un grido agghiacciante e schizzò via, e con lui Thor. L’incappucciato alzò il capo e puntò lo sguardo su Harry, con il sangue dell’Unicorno che gli colava sul petto. Poi si alzò in piedi e gli si avvicinò a rapidi passi. Harry non riusciva a muoversi per il terrore. »

Harry Potter e la Pietra Filosofale, capitolo 15
Malfoy spaventato nella Foresta Proibita in Harry Potter e la Pietra Filosofale alla vista dell'unicorno morto

Gli unicorni ancora oggi rappresentano la libertà, il coraggio, e sono protagonisti di tante lotte sociali. Volete sapere di più riguardo questa creatura meravigliosa? Andate a leggere questo approfondimento!

Fonti
Fandom
L’unicorno nell’arte

Commenti

×