Categorie

Archivi

Meta

In difesa di Albus Silente e del “bene superiore”

24 Agosto 2017 ange-cera 4 min read

In difesa di Albus Silente e del “bene superiore”

24 Agosto 2017 Parfmelethril 4 min read

Silente: come tutti i personaggi, c’è qualcuno che lo detesta e qualcuno che lo ama. Io ho scelto di proporvi un articolo in sua difesa.

Nel corso dei 7 libri, i fan hanno scoperto, assieme a Harry, il nebuloso passato e la dubbia personalità di Albus Silente, un uomo una volta accettato da tutti come saggio mentore. Tanti di questi fan adesso definiscono la sua influenza “tossica” e il suo carattere “irrimediabile”.  Harry è balzato indietro quando ha compreso la vera entità degli abusi di Silente nelle pagine dei Doni. Ma, in definitiva, come Harry anch’io ho scelto di perdonare Silente quando ho realizzato che ogni sua decisione è stata presa rifacendosi al motto che condivideva con Grindelwald. Credo fermamente che Albus Silente fosse un uomo buono perché ha provato a lavorare per il bene superiore.

silente bene superiore

Nelle giovani mani di Silente e di Grindelwald, questo motto ha causato il devasto. Ma è stato proprio grazie alle conseguenze della vanità dello stesso Silente e al suo menefreghismo se, successivamente, è riuscito a brandire il suo motto con successo. Il dolore per la morte di sua sorella e per le morti causate dal suo rifiuto a confrontarsi con Grindelwald l’hanno costretto ad accettare la responsabilità delle sue azioni. Durante tutta la sua vita si è tenuto stretto quel dolore per ricordarsi di lavorare “per il bene superiore”. In breve, come ha impartito anche a Harry, la sua abilità di provare dolore è diventata la sua forza più grande.

Ma è proprio per questo suo modo di causare dolore che molti fan hanno un problema con Silente. Egli chiedeva alle persone di rischiare tutto per i suoi progetti, si teneva i suoi segreti per sé e lasciava i suoi alleati all’oscuro di tutto, e ha mandato molti suoi amici a morire. Senza dimenticare il fatto che ha lasciato che Harry vivesse per 16 anni in una casa dove subiva abusi. Ha mosso le pedine nel modo giusto per far sì che Harry giungesse alla sua morte volontariamente e al momento opportuno, allevandolo “come una bestia da macello”.

silente bene superiore

Sembrerebbero macchinazioni a sangue freddo degne di Voldemort o della Umbridge, persone terribili. Silente avrà anche attuato delle manipolazioni come un cattivo, ma non è mai stato tanto cattivo da goderne. È sempre apparso ovvio che gli importava eccome, che gli causava un grande dolore chiedere continuamente alle persone di sacrificarsi e vederli morire per ordine suo. Ma se avesse preso la strada senza dolore sarebbe stato egoista e irresponsabile e avrebbe causato molta più distruzione. In vita sua, Silente era considerato il leader della sua gente ed è per questo che ha preso sulle sue spalle il peso di prendere sempre la decisione necessaria seppur dolorosa per il bene superiore.

A volte bisogna pensare a qualcosa di più della propria salvezza! A volte bisogna pensare al bene superiore! Questa è una guerra!

(Harry, Doni della Morte, capitolo 28)

Il danno che Silente ha inflitto su Harry è quello più difficile da reggere. Perché Silente ha caricato un bambino di un tragico destino che non poteva neanche spiegargli? Lo stesso Harry è diventato sempre più furioso seguendo la strada incerta e pericolosa che Silente gli aveva preparato. Egli ha scelto di fidarsi completamente di lui per poi scoprire che Silente non aveva mai avuto intenzione di lasciarlo sopravvivere. Ma Harry, in ultimo, ha realizzato che la colpa di come ha dovuto vivere era di Voldemort e non di Silente. Harry è diventato uno strumento, un’arma nel momento in cui Voldemort l’ha attaccato.

silente bene superiore

L’unica colpa di Silente è stata quella di aver immediatamente capito che Voldemort aveva segnato il destino di Harry, di aver dato a quest’ultimo la miglior protezione possibile e di aver usato contro Voldemort l’arma che egli stesso aveva creato. Chi tra noi avrebbe mai preso la decisione di risparmiare la vita di Harry al costo di perderne centinaia di altre? C’è voluto un uomo come Silente, un brav’uomo, per realizzare che il bene superiore non prevedeva la sicurezza di Harry, per quanto l’idea possa sembrare senza scrupoli.

Che finezza, che eleganza, non sprecare altre vite, ma affidare il pericoloso compito al ragazzo che era già destinato al macello, la cui morte non sarebbe stata una calamità, ma un altro colpo sferrato a Voldemort.

(pensiero di Harry, Doni della Morte, capitolo 34)

Quando abbiamo incontrato Silente a King’s Cross, non potevamo detestarlo mentre lo guardavamo crollare e piangere e implorare il nostro perdono. Silente era un uomo profondamente imperfetto che ha fatto tantissimi errori gravi, ma ha usato il dolore che quegli errori hanno causato per superare la sua arroganza e diventare uno dei pochi veri servitori del bene superiore.

silente bene superiore

Ed è per questo che anch’io, come Harry, scelgo di ricordare Silente come un brav’uomo.

Commenti

Parfmelethril

Studentessa di Infermieristica a Londra, 23 anni, Corvonero.

All posts
×