Categorie

Archivi

Meta

Tutti i nomi della famiglia Black legati alle stelle – parte 2

27 Febbraio 2022 gian-sarl 6 min read

Tutti i nomi della famiglia Black legati alle stelle – parte 2

27 Febbraio 2022 Newt 6 min read

Continuiamo ad analizzare le origini dei nomi dei membri della famiglia Black, i quali sono in larga parte legati all’astronomia.

Dopo aver parlato, nella prima parte dell’articolo, di Sirius e dei suoi parenti più stretti, ora ci dedichiamo a personaggi meno conosciuti e a quelli che, pur non portando il cognome Black, discendono dai membri della nobile e antichissima casata.

Bellatrix Lestrange

Bellatrix Lestrange (nata Black: era la primogenita di Cygnus Black III) ha preso il suo nome appunto da Bellatrix, la terza stella più brillante della Costellazione di Orione (la cui pronuncia prevede però l’accento sulla a: Bellàtrix). Il suo nome significa “la donna guerriera“. Le si addice parecchio considerando che era il braccio destro di Voldemort e la “distruttrice” dei traditori della sua famiglia, essendo stata l’assassina del cugino Sirius e della nipote Ninfadora.


Delphini

Che piaccia o no, la Maledizione dell’Erede è stata dichiarata canonica dalla Rowling, dunque in questa lista dobbiamo considerare anche Delphini, figlia di Bellatrix e Voldemort. I delfini erano cari a Poseidone, il dio del mare, che per questo pose nel cielo l’immagine di uno dei essi, formando appunto la Costellazione del Delfino.

I delfini hanno sempre avuto connotazioni positive, essendo considerati creature amichevoli, quindi il nome sembra volutamente ironico pensando al grande inganno che Delphini mette in scena.

Delphini – immagine da Fanpop

Andromeda Tonks

Andromeda, sorella di Bellatrix e Narcissa, ha lo stesso nome di una principessa greca. In campo astronomico, Andromeda è sia il nome di una costellazione che quello di una galassia, la più vicina alla Via Lattea (dista “soltanto” 2,2 milioni di anni luce!), ma che allo stesso tempo è l’oggetto più lontano visibile a occhio nudo.

Peccato, però, che anche il suo personaggio è un po’ una galassia inesplorata, essendo la meno approfondita delle tre sorelle Black (di cui abbiamo parlato qui) e venendo completamente ignorata nei film, se non quando vediamo la sua immagine bruciata sull’arazzo. La sua “colpa” era quella di aver sposato un Nato Babbano, Ted Tonks. E certamente ci piace sapere che un’altra Black ha rifiutato gli ideali alti e ridicoli dei suoi antenati.


Draco Malfoy

Narcissa, la madre di Draco, è una dei pochissimi membri della famiglia Black a non essere stata chiamata come una stella o una costellazione. Essa ha invece il nome di un fiore come la madre di Harry. Ha però continuato la tradizione quando ha scelto il nome per suo figlio: Draco viene dalla costellazione del Dragone. Essa può essere vista tutto l’anno. Questo forse spiega perché era così raro che Draco smettesse di bullizzare qualcuno per qualche giorno.

In questa costellazione troviamo stelle come Thuban, Eltanin e Rastaban, nomi che non vi risulteranno familiari se conoscete la saga della Ragazza Drago di Licia Troisi (autrice fantasy di cui abbiamo parlato qui): sono proprio i nomi dei draghi che aiutano i protagonisti.

I draghi sono creature terrificanti e fiere, che sputano fuoco e che fanno dei cuccioli terribili (stai leggendo Hagrid?). Questa cosa ovviamente si addice molto al bulletto più conosciuto di Hogwarts. Nonostante ciò i draghi sono molto protettivi verso la loro famiglia e l’esperienza che ha avuto Harry con l’Ungaro Spinato ce lo dimostra.

Allo stesso modo le motivazioni che hanno spinto Draco ad unirsi a Voldemort nel Principe Mezzosangue erano quelle di ristabilire la reputazione della sua famiglia. Quindi possiamo concludere che i draghi e Draco in fondo non sono così male.

Costellazione del Dragone (da astrologyking.com)

Scorpius Malfoy

A sua volta, Draco ha scelto il nome di una costellazione per suo figlio: Scorpius richiama la Costellazione dello Scorpione (una delle dodici dello Zodiaco). Curiosamente, è proprio lo scorpione da cui deriva la costellazione a sconfiggere il cacciatore Orione, come a segnalare il distacco totale del rampollo di casa Malfoy dalla famiglia Black e dalle loro idee (ricordiamo, infatti, la sua amicizia con Albus Severus Potter).

Tutto questo viene confermato dal fatto che, a differenza di tutte le altre costellazioni nominate, quella dello Scorpione fa parte dell’emisfero australe e non di quello boreale.


Pollux Black

Pollux era il nonno materno di Sirius (padre di Walburga, Alphard e Cygnus III). Questo nome, che in italiano viene tradotto come Polluce, è quello di uno dei Dioscuri (l’altro è Castore), i figli di Zeus che danno vita alla Costellazione dei Gemelli, una delle dodici facenti parte dello Zodiaco.

Secondo la leggenda, Castore e Polluce parteciparono, come Argonauti, alla spedizione alla ricerca del vello d’oro, che si diceva potesse curare ogni ferita. Essi furono di grande aiuto durante la spedizione, poi ebbero una lite con un’altra coppia di gemelli, Idas e Linceo, con i quali contendevano le figlie del re Leucippo. Idas riuscì a sconfiggere Castore ma fu poi vendicato da Polluce, che chiedendo a Zeus di far tornare in vita Castore ottenne l’immortalità per entrambi, tanto che ora sono posizionati entrambi nel cielo.

Pollux Black non era certo immortale, però. È morto a “soli” 78 anni, un età inferiore alla speranza di vita di un mago (abbiamo provato a spiegare qui perché vivono più a lungo dei Babbani). C’è però da notare che nessun membro della famiglia Black ha avuto una vita particolarmente lunga.

Questa cosa si spiega in parte con il loro coinvolgimento nelle guerre magiche e con il fatto che la Rowling ha avuto bisogno di farli morire tutti prima del 1994 per fare in modo che prima Sirius e poi Harry sarebbero stati legittimi proprietari di Grimmauld Place numero 12.

Visto il richiamo ai Dioscuri, ci saremmo aspettati da qualche parte un Castor Black, ma non si hanno notizie di un personaggio con questo nome. Pollux aveva invece un fratello di nome Marius, bruciato dall’arazzo per l’unica “colpa” di essere un Magonò, e due sorelle (Dorea e Cassiopeia).

Statue dei Dioscuri a Roma (Campidoglio) – immagine da Flickr

Cassiopeia Black

Cassiopea è una ninfa presente nella mitologia greca. Era una regina talmente vanitosa da dichiarare che la sua bellezza superava quella delle Nereidi, ninfe del circolo di Poseidone, il quale, una volta udito l’affronto, mandò un mostro a devastare il suo regno.

Un oracolo le predisse che avrebbe potuto salvarsi se avesse offerto in sacrificio sua figlia Andromeda. Non solo Andromeda fu salvata dal suo pretendente Perseo, ma Cassiopea fu condannata a uno strumento di tortura a forma di sedia e poi a vagare eternamente intorno al Polo Nord. Fu questa, secondo la mitologia, l’origine della Costellazione di Cassiopea. La sua forma a W, infatti, può ricordare quella di una sedia se opportunamente ruotata.

Non si sa nulla di questo personaggio, ma è improbabile che la storia di questa prozia di Sirius rifletta quella di Cassiopea. Cassiopeia Black, infatti, non si è mai sposata.

Un’ultima curiosità interessante su questa costellazione è che può essere usata per orientarsi, vista la sua vicinanza alla Stella Polare. Unendo i prolungamenti delle due linee esterne della W, la Stella Polare si trova andando in alto di una distanza pari a 5 volte quella tra il punto di incontro e la stella centrale di Cassiopea.

Costellazione di Cassiopea e posizione rispetto alla Stella Polare (dall’episodio 34 dell’anime Detective Conan)

Phoebe Black

Phoebe, o Febe in italiano, è il nome di un satellite naturale di Saturno che deriva da una Titanide della mitologia greca. I Titani erano i figli di Urano e Gea ed erano gli dei più antichi dell’Olimpo. In effetti Phoebe Black (1810 – 1882) è uno dei primi membri della famiglia Black che si conoscano.

Il nome costituisce però un gioco di parole: black phoebe è il nome comune, in inglese, dell’uccello Sayornis nigricans.

Sayornis nigricans, noto in inglese come black phoebe

Bonus: Remus Lupin

Anche se Lupin non fa parte della famiglia Black (sposa però la figlia di Andromeda), la sua etimologia è comunque interessante in ambito astronomico. Il nome del nostro licantropo preferito è abbastanza lupesco: il nome Remus viene infatti dalla leggenda di Romolo e Remo, Romulus e Remus in latino, che furono allattati da una lupa, il suo cognome deriva da lupus, che in latino significa proprio lupo. deriva dalla costellazione del lupo (Lupus in latino).

Lupus è però anche il nome di una costellazione che, come tante altre citate in questo articolo, è stata scoperta nel II secolo da Tolomeo, astronomo citato anche nelle figurine delle Cioccorane (era una delle due che mancava a Ron insieme ad Agrippa, anche se, a differenza di quest’ultima, quella di Tolomeo non compare mai nei videogiochi di Harry Potter).

Alcuni miti descrivono la costellazione del Lupo come un lupo che viene trafitto da un centauro come sacrificio (il Centauro è una costellazione vicina). Nel mondo di Harry Potter però, Lupin sembrava sempre andare abbastanza d’accordo con i centauri, quindi siamo grati che non abbia fatto quella fine.


Abbiamo finito di analizzare le varie etimologie dei nomi della famiglia Black. Vi viene in mente qualche altro significato o qualche altro collegamento interessante? Fatecelo sapere nei commenti!

Fonti: Wizarding World, Harry Potter Fandom

Commenti

Newt
Newt

Ingegnere meccanico, 29 anni, Tassorosso.

All posts
×