Categorie

Archivi

Meta

Perché Lupin è il migliore dei Malandrini

25 Giugno 2019 gian-tucc 3 min read

Perché Lupin è il migliore dei Malandrini

25 Giugno 2019 Neville 3 min read

Per quali ragioni Remus Lupin potrebbe essere considerato il migliore dei Malandrini? Per rispondere, vediamo di tratteggiare un ritratto di questo personaggio unico.

So cosa starete pensando: Sirius Black è il migliore dei Malandrini. Ok, non ho intenzione di dirvi che vi sbagliate e di farvi cambiare idea, ma vorrei almeno ricordarvi in che modo Remus Lupin abbia ricoperto un ruolo chiave per la crescita personale di tanti protagonisti della saga. Perché Remus è davvero un personaggio unico.

Le migliori qualità di Lupin

Se parliamo dei pregi di Lupin, iniziamo dal cioccolato. Andiamo, chi non vorrebbe essere circondato da gente che ha sempre del cioccolato a portata di mano?

Emicrania? Ci pensa Lupin. Ipoglicemia? Ci pensa Lupin. Attacchi di Dissennatori? Ci pensa Lupin. What else?

Benché la sua indole da ragazzo arguto e malizioso lo accomunasse al resto dei Malandrini, Lupin non rinunciava alla gentilezza. Sapeva che tutti meritavano una seconda possibilità, e agì sempre guidato da questo principio. Ha saputo abilmente rispettare il confine tra comportamento scorretto e disonestà (una linea che i suoi amici hanno spesso varcato). Quando gli altri tre Malandrini si atteggiavano da prepotenti con i compagni o facevano scherzi di cattivo gusto, Remus era la voce calma e ferma della ragione.

Era un osservatore silenzioso e pensava bene a ogni azione prima di compierla, combattendo sempre per la giustizia. Pensiamo a Harry Potter e il prigioniero di Azkaban: una volta scoperta l’innocenza di Sirius, Lupin lo ha aiutato e si è schierato dalla sua parte; è stato disposto a riconoscere che uno dei suoi più cari amici aveva sbagliato, ma era anche abbastanza saggio da riconoscere che le voci in merito a Black altro non erano che… voci.

A volte aveva bisogno di essere spronato, ma in genere Lupin era in grado di superare le proprie insicurezze per fare ciò che era giusto. Era così terrorizzato dal proprio futuro da padre – e rassegnato di fronte al timore di trasmettere al figlio la licantropia – che tentò di abbandonare Ninfadora, incinta, per combattere dalla parte di Harry.

Di certo non era perfetto, ma Remus Lupin, all’occorrenza, riconosceva di essere nell’errore, e agiva di conseguenza. I suoi evidenti difetti lo hanno reso più amabile e unico, d’altronde: spesso si considerava un mostro pericoloso, ma ha fatto il possibile per mantenere saldi i rapporti coi suoi cari e far entrare altre persone fidate nella sua vita.

Nelle vesti di insegnante, Lupin sapeva come guidare gli studenti di Hogwarts alle loro piene potenzialità: anche se la maggior parte dei giovani Maghi mostrava delle evidenti difficoltà nell’evocare un Patronus, Lupin aveva fiducia in Harry e sapeva che il ragazzo era capace di grandi cose (al di là della sua fama).

A giocare un ruolo chiave in questo suo modo di essere sono stati sicuramente la sua simpatia e il fatto che, avendo avuto un’infanzia solitaria e una vita di discriminazioni, sapeva bene quanto fossero importanti l’inclusione sociale e la serenità nei gruppi.

Di Lupin ricordiamo la lealtà, la giustizia, il coraggio. E ancora: la pazienza, la gentilezza, la saggezza. Remus sapeva come portare felicità e luce nelle vite negli altri, anche quando ne aveva bisogno per se stesso. Insomma, si trattava di un vero gentiluomo. E Harry è stato incredibilmente fortunato ad averlo conosciuto.

E tu che ne pensi? Commenta e condividi!
Articolo tradotto e adattato da Mugglenet.com.

Commenti

Neville
Neville

«Per aspera ad astra» | Gianluigi, 18

All posts
×