Categorie

Archivi

Meta

5 grandi duelli che ci sono passati di mente

1 Maggio 2015 sere-savo 3 min read

5 grandi duelli che ci sono passati di mente

1 Maggio 2015 Rose 3 min read

Un brevissimo articolino dove metteremo poche parole su dei duelli, tra personaggi minori, che abbiamo sicuramente dimenticato.

  • Evan Rosier Vs Malocchio Moody: Si, ovviamente parto con Malocchio al primo posto. Chi era Rosier? Rosier era uno dei mangiamorte più fedeli al signore oscuro. Mago abile potente coraggioso e un grande duellante. Preferí la morte all’arresto e come apprendiamo nel calice di fuoco viene sconfitto in un duello all’ultimo sangue con Moody , ma “si è portato via un mio pezzo” asserisce Malocchio indicando il suo naso.Duello mai descritto in maniera integrale ma visti i contendenti sará stato uno scontro cruento e unico.
  • Filius Vitious Vs Antonin Dolohov: Questo duello viene descritto, anche bene, nel settimo libro della saga ma non riesce a essere metabolizzato per via degli altri scontri che stanno avvenendo parallelamente prima del duello finale. Da una parte abbiamo il campione (da giovane) dei duelli, il nostro professore di incantesimi Vitious, dall’altra un mangiamorte che incarna in pieno tutte le caratteristiche di un seguace di voldemort: Abile duellante, uomo vile, storto e sempre con il ghigno malvagio. Dopo aver in varie battaglie sconfitto molti auror e personaggi potenti riuscendo a infliggere gravi ferite anche a Hermione viene schiantato dal direttore della casa dei corvonero che dimostra un’abilitá notevolissima pur non combattendo da tanti anni. Nel circolo temporale in cui è rinchiuso questo scontro passa ad alta velocitá e non viene quasi ricordato da molti.
  • Augusta Paciock (o Longbottom nella nuova traduzione) Vs John Dawlish: Solo nel leggere il duello sento giá le vostre critiche, ma sentite prima quello che ho da dirvi: Un’anziana signora che ha solo il nipote, e che inizialmente non era neanche un apprendista mago di grande valore, sfida il piú (e mi dispiace dirlo) paradossale auror della storia. Dawlish nasce nei libri come mago di grandissimo valore eppure la sua carriera è costellata da fallimenti. Certo pedinare o fermare Silente non è facile ma, andare contro un’anziana signora (che fú bocciata nel G.U.F.O. in incantesimi) e essere costretto ad andare al San Mungo per ferite e malattie magiche causa nel lettore una cascata di risate, ma anche in questo caso é bene ricordare che l’amore di una nonna per il proprio nipote è piú forte di qualsiasi altra cosa.
  • Ninfadora Tonks e Kingsley Shacklebolt Vs Bellatrix Lestrange: Questo duello passato in sordina per colpa (o merito) della morte di Sirius pochi istanti dopo ci fa toccare con mano la reale potenza della mangiamorte piú fedele di Voldemort. Shacklebolt viene descritto come un mago capacissimo potente e ottimo stratega eppure entrambi vengono sconfitti. Osserviamo qui che la Rowling è una grande descrittrice della scena anche quando non vi è la morte di nessun personaggio. L’emozione la cattiveria e la maestria nel maneggiare una bacchetta da parte di Bellatrix è seconda solo a quella di Silente e Voldemort. Da brividi.
  • Calí Patil Vs Travers: D’accordo lo so. Nella battaglia finale dovrei elencarli tutti ma questo duello è particolarmente importante e degno di nota sotto vari aspetti perché è la chiara e lampante dimostrazione di come non servano solo incantesimi potenti e bacchette per essere un grande duellante ma ci vogliono attenzione tattica determinazione astuzia e furbizia. Travers al netto dei fatti è molto piú forte di Calí Patil ma commette una imperdonabile leggerezza, si distrae quel tanto che basta per prendere in pieno un incantesimo Pietrificus.

 

Spero di avervi fatto pensare divertire riflettere e di avervi fatto riaffiorare alla mente tanti piccoli ricordi, ma ora tocca a voi. Quale é stato il duello minore che piú é rimasto impresso nelle vostre menti?

Alla prossima Potteriani

Commenti

×