Categorie

Archivi

Meta

Harry Potter e il Ministero della Magia: quello che non sapevi

17 Marzo 2017 sere-savo 3 min read

Harry Potter e il Ministero della Magia: quello che non sapevi

17 Marzo 2017 Rose 3 min read

Il rapporto tra Harry Potter e il Ministero della Magia, ancora più con il Ministro stesso, è alquanto altalenante. Esso subisce una continua evoluzione e mette in evidenza il forte contrasto che viene a crearsi tra la figura del Ragazzo Sopravvissuto e del Ministro.
Quando Harry scoprì essere un mago, Cornelius Caramell era il Ministro in carica.

harry-potter4-movie-screencaps-com-1579

Caramell riservò un trattamento d’onore per il giovane Harry. Infatti non lo punì neanche per aver usato la Magia al di fuori di Hogwarts quando era ancora minorenne.
In un secondo episodio, Caramell difese Harry dalle accuse di aver liberato Fierobecco mosse dal professor Piton.
Il rapporto mutò alla fine del quarto anno scolastico del ragazzo. Dopo la terza prova del Torneo Tremaghi, Harry tornò con il cadavere di Cedric Diggory e Caramell informò la folla. Quando venne a sapere che il professor Alastor Moody era in realtà il Mangiamorte Barty Crouch Jr., andò a vederlo, accompagnato da un Dissennatore. Il Dissennatore baciò Bartemius Crouch Jr. Allora quest’ultimo non poté attestare che Lord Voldemort era tornato. Più tardi il Ministero della Magia usò questo fatto per screditare Silente.

ministero della magia
Carmell, infatti, sospettando che Silente desiderasse il suo posto al Ministero, rifiutò di credere al ritorno di Lord Voldemort. Diede anche il via ad una campagna diffamatoria nei confronti di Harry e dello stesso Silente.
Quando Harry, per la seconda volta, dovette usare la magia al di fuori di Hogwarts, subì un trattamento totalmente diverso. Venne espulso da Hogwarts per poi essere convocato per un processo davanti all’intero Wizengamot.
Le azioni di Caramell furono tutte mirate contro Silente e l’idea di insegnare agli allievi di Hogwarts come difendersi. Per questo Harry fu costretto a creare l’Esercito di Silente.
Dopo la Battaglia dell’Ufficio Misteri, Caramell in persona vide con i propri occhi il redivivo Voldemort. Inoltre, scoprì le insospettabili identità di alcuni Mangiamorte.
Silente e Harry vennero scagionati dalle accuse, il ritorno di Voldemort fu ufficialmente annunciato e Caramell fu costretto a dimettersi.

Ma anche i rapporti con il nuovo Ministro, Rufus Scrimgeour, non furono dei migliori. Per quanto egli si dimostrò estremamente più capace di Caramell, era un uomo troppo legato alle apparenze piuttosto che ai principi di giustizia e verità.

 rufus-scrimgeour

Ad esempio, fece arrestare Stan Picchetto con l’accusa di essere un Mangiamorte. La notizia sconvolse Harry, tanto che ne rimase indignato. L’azione di Scrimgeour era dettata solo dal tentativo di far sembrare che il Ministero fosse in fase di progressione.
Il secondo episodio che incrinò totalmente i rapporti tra Harry e il Ministro fu la richiesta, da parte di quest’ultimo, a Harry di mostrarsi di più al Ministero. Così facendo la gente si sarebbe convinta dell’approvazione del Prescelto per le scelte ministeriali.
Harry rifiutò e Scrimgeour lo definì “l’Uomo di Silente”.
Nonostante il rifiuto, il Ministro propose nuovamente il ruolo da “ragazzo immagine” del Ministero ad Harry dopo la morte di Silente. Ovviamente, Harry rifiutò ancora.

Nonostante nel film venga rappresentata come una scena piuttosto tranquilla, l’apertura del testamento di Silente alla Tana, in realtà, fu caratterizzata da toni molto più aggressivi.

testamento2

Fu Hermione la prima a muovere delle accuse. Silente era morto da ormai un mese e il testamento saltava fuori solo in quel momento. Questo perché il Ministero si era sentito in dovere di esaminarlo, un banale tentativo di confiscare i lasciti del Preside.
Scrimgeour rimase infastidito perché Hermione aveva ragione: il Ministero non aveva trovato nulla di compromettente. Così cominciò a far delle domande riguardo al perché ci fossero dei lasciti anche per Ron e Hermione. Un tentativo di capire il rapporto che essi avevano con Silente.
La discussione assumeva livelli sempre più tesi. Soprattutto quando Scrimgeour cercò di capire cosa potesse contenere il Boccino e per quale motivo nel testamento ci fosse anche la spada di Godric Grifondoro.
La lite fu interrotta da Arthur Weasley e dal ricordo di Harry riguardo alla sua avversione per le tecniche del Ministero.

“Per la seconda volta alzò il pugno destro e mostrò a Scrimgeour le cicatrici ancora bianche sul dorso della mano: Non devo dire bugie. L’espressione di Scrimgeour si indurì.”

Scrimgeour venne assassinato il 1 agosto 1997, dopo essere stato torturato per estorcergli il luogo in cui Harry Potter si nascondeva. Egli non tradì Il Prescelto e non ne svelò il rifugio, riscattando così la sua figura agli occhi di Harry.

Commenti

×