Categorie

Archivi

Meta

Harry Potter: la magia di abbattere gli stereotipi

30 Luglio 2021 eleo-manc 5 min read

Harry Potter: la magia di abbattere gli stereotipi

30 Luglio 2021 Priscilla 5 min read

I protagonisti della saga sono lontani anni luce dai classici stereotipi di eroi. Vediamo insieme come questo li rende molto più reali e vicini a noi.

Sicuramente vi sarà capitato di interrogarvi sulle ragioni per cui Harry Potter è una saga così tanto amata, il cui successo continua a durare negli anni. Uno dei motivi, probabilmente, risiede nel fatto che, nonostante la saga sia ambientata in una realtà molto lontana dalla nostra, risulta davvero facile immedesimarsi nella storia. A ciò contribuisce, senza dubbio, il fatto che i protagonisti della saga non siano affatto stereotipati e prevedibili.

In questo articolo, andremo ad analizzare i personaggi principali per scoprire come si allontanano da quelli che sono i canoni di eroi che spesso incontriamo nelle narrazioni.

Hermione Granger

In tantissime storie c’è la figura del personaggio studioso, amante dei libri. Pochissime volte, però, questo personaggio non viene relegato al ruolo di ‘secchione’ solitario, spesso privo di amici. Ancora meno frequentemente, peraltro, il personaggio in questione è protagonista della narrazione a cui appartiene.

Hermione non solo dimostra di essere una protagonista coi fiocchi, ma anche che l’amore per i libri e la cultura può coesistere con tante altre caratteristiche. Rompendo tutti gli stereotipi del caso, Hermione dimostra di essere intrepida e coraggiosa, al contrario dei personaggi studiosi spesso rappresentati come schivi e timorosi. Come sappiamo, la nostra eroina ama le regole e le rispetta, anche se sa esattamente quando è proprio il caso di romperle.

Ciò che però è un sollievo veder rappresentato, finalmente, è un personaggio studioso circondato da amici. Tra gli stereotipi, peraltro, questo è il più immotivato poiché l’amore per lo studio non ha nulla, ma proprio nulla, a che vedere con la solitudine.


Ron Weasley

Nelle favole o nella letteratura, in generale, capita spesso di incontrare personaggi che, all’inizio della storia, sono poco abbienti. Tuttavia, questi personaggi si ritrovano spesso a fare fortuna, ricompensati per il loro valore o per la loro generosità. Questa circostanza costituisce in genere una sorta di riscatto morale che dona dignità e benessere al personaggio in questione.

Il nostro Ron, invece, non vive mai questa sorta di rivincita, anche perché non ne ha assolutamente bisogno. Fin dall’inizio della storia intuiamo che la situazione economica della famiglia Weasley non è proprio idilliaca e sospettiamo che questo imbarazzi terribilmente il giovanissimo Ron. Quest’ultimo deve spesso fare i conti con la propria condizione, trovandosi inevitabilmente a paragonarsi a Harry che, invece, ha risorse economiche in abbondanza.

Harry e Ron
Fanart di Vladislav Pantic

Tuttavia, sappiamo bene che Harry darebbe volentieri tutto il suo oro per poter stare con la famiglia Weasley. Peraltro, anche la maggior parte di noi, dovendo scegliere la propria famiglia magica preferita dalla saga, indicherebbe senza esitazione i Weasley. A nulla rileva, infatti, che la loro casa sia affollata e sgangherata. Dunque, lungi dal considerare piacevole la loro condizione economica, ciò incide marginalmente nella vita della famiglia che ci appare, sopra ogni cosa, felice.


Luna Lovegood

Luna è bizzarra, lo sappiamo tutti. Ama cose particolari, alcune ai limiti della credibilità, e appare quasi sempre svampita e sognante. Tuttavia, di questi personaggi se ne trovano a bizzeffe nelle storie. C’è una cosa che però allontana Luna dagli stereotipi: lei non ostenta con fierezza la propria diversità ma la tratta con estrema naturalezza. Dimostra, insomma, che non c’è nulla di strano nell’essere diversi.

Quello che Luna ci insegna, infatti, non riguarda tanto la sua stramberia quanto il suo stile di vita sempre positivo, nonostante il suo passato tutt’altro che allegro (sul punto potete leggere questo interessante articolo di Wizarding World).

Luna Lovegood
Immagine da Wizarding World

Neville Paciock

Distratto e impacciato, Neville è uno dei personaggi che all’apparenza può sembrare più rispondente agli stereotipi. In realtà, nonostante l’evoluzione del personaggio sia innegabile, Neville dimostra fin dal principio un grande coraggio che non esita a mettere al servizio dei suoi ideali nei momenti di necessità. Quello che Neville cambia nella sua evoluzione, infatti, non sono le sue qualità, già presenti dentro di lui, ma solo il modo di estrinsecarle con forza e vigore verso l’esterno.

Neville
Fanart di Vladislav Pantic

A dimostrazione del coraggio di Neville, possiamo dire che lo stesso sia sempre stato dalla parte di Harry non esitando a combattere quando era necessario. Neville, peraltro, si schiera senza sospettare minimamente che, per un soffio, non è stato lui il prescelto (in questo articolo immaginiamo cosa sarebbe accaduto se Voldemort avesse scelto Neville).


Ginny Weasley

Molto spesso, purtroppo, nelle narrazioni che hanno un eroe di sesso maschile come protagonista, si cade nello stereotipo della fidanzata ‘ombra’ che sostiene da lontano le avventurose imprese del suo amato. In Harry Potter il rischio era molto alto, poiché tutto nasce da una giovanissima Ginny che si prende una cotta per Harry undicenne e che prosegue nei primi anni di scuola. A ciò si deve aggiungere, inoltre, che, durante il secondo anno di Harry a Hogwarts, lui le salva letteralmente la vita da Tom Riddle e il tremendo basilisco.

Per fortuna, successivamente, Ginny ha una sua storia e un suo sviluppo totalmente indipendenti. Certo, sostiene Harry nel suo percorso, ma si trova spesso a combattere al suo fianco e non a guardare da lontano gli scontri.

Ginny
Fanart di Vladislav Pantic

Nel fare queste considerazioni, ovviamente, ci riferiamo alla Ginny dei libri, poiché nei film il personaggio è stato relegato a un ruolo che si avvicina molto allo stereotipo menzionato (in questo articolo vi raccontiamo quali personaggi, secondo noi, sono stati letteralmente massacrati nei film).


Harry Potter

Eccoci arrivati al nostro protagonista assoluto: il maghetto con gli occhiali. Se, da piccoli, avete dovuto subire il trauma di fare il vostro ingresso in classe con un bel paio di lenti addosso (e ne avete subito le relative conseguenze) sapete bene quanto questo segno distintivo di Harry abbia fatto sentire meno soli tanti bambini da tutto il mondo.

Ma non c’è solo questo, Harry è il prescelto, un bambino con grande fegato e un cuore d’oro ma anche, e soprattutto, normale. ll più delle volte si sente inadeguato, sopraffatto da dubbi e incertezze. Oltre ad affrontare avventure legate al dramma di avere contro il più grande mago oscuro di sempre, Harry si trova davanti agli ostacoli che tutti, chi più chi meno, ben conosciamo.

Harry
Fanart di Vladislav Pantic

In particolare, Harry vive la paura di non essere accettato, la difficoltà di incontrare nuovi amici, litigi, primi amori e inquietudini dell’adolescenza. Tutto ciò è quanto di più lontano si può immaginare dagli eroi senza macchia e senza paura che popolano il mondo della fantasia. Il nostro maghetto occhialuto vive in un modo magico, ma è il personaggio più reale di tutti.


In questo articolo, abbiamo parlato solamente dei protagonisti della saga. Tuttavia, ci sono altri personaggi che vanno contro gli stereotipi. Vi viene in mente qualcuno?

Fatecelo sapere con un commento.

Fonte immagine copertina: Pinterest

Commenti

Priscilla

All posts
×