Categorie

Archivi

Meta

Davide Perino: intervista alla voce italiana di Newt Scamander

15 Marzo 2021 vale-long 5 min read
Intervista a Davide Perino

Davide Perino: intervista alla voce italiana di Newt Scamander

15 Marzo 2021 Caskett 5 min read

C’è un valore aggiunto nella versione italiana della saga di Animali Fantastici che viene spesso sottovalutato: il doppiaggio. Noi abbiamo avuto il privilegio di poter rivolgere alcune domande direttamente a Davide Perino, voce ufficiale del protagonista!

Attore fin da giovanissimo, Davide Perino ha all’attivo una fiorente carriera come doppiatore. La sua voce ci ha accompagnato in moltissimi casi, a volte insospettabili. Ad esempio, ha prestato la voce a Frodo ne Il Signore degli Anelli, essendo la voce ufficiale di Elijah Wood, come anche di Evan Peters (uno fra tutti, nella serie American Horror Story). Pochi sapranno che ha doppiato Daniel Radcliffe in The Woman in Black, per citare qualcosa di molto vicino a noi. Ma ce n’è anche per i più nostalgici: era la voce di Denny Mellow in Che campioni, Holly e Benjy! e di Alvin nella serie animata omonima! Insomma, è stato con noi anche durante la nostra infanzia (come il collega Flavio Aquilone, qui un articolo per ripercorrere i suoi ruoli più celebri).

In Animali Fantastici, come abbiamo già detto, Davide doppia il personaggio di Eddie Redmayne. Essendo il protagonista, il suo è un ruolo cruciale per la riuscita del film. Infatti, sarà sua la voce che sentiremo di più, perciò il lavoro che c’è dietro dovrà essere impeccabile. E, come ci ha raccontato, le cose non sono mai così semplici come possono sembrare.

In esclusiva per il team di Eate, ecco l’intervista alla fantastica voce italiana di Newt Scamander.

Come ti sei avvicinato al cinema?

Mi sono avvicinato al cinema che avevo 2 anni e mezzo, perché i miei genitori mi portarono a una selezione casting per un film e fui preso subito perché ero piccolo e tenero e sembravo un pupazzetto. Il film era Magic Moments, il regista era Odorisio e ho “recitato” con Sergio Castellitto e Stefania Sandrelli… Ebbene sì, anche io avevo le mie prime piccolissime battute, che ovviamente erano studiate appositamente per me e venivano create le situazioni perché io dicessi certe cose, così era più facile far reagire un bimbo come ero io!

Poi, da lì, ho cominciato a partecipare a trasmissioni televisive come Pronto chi gioca con Enrica Buonaccorti, poi molte molte pubblicità, tipo Algida, Maionese Kraft, Scarpe Valleverde etc etc… E poi servizi fotografici per Benetton, e sfilate di alta moda… Poi, nel frattempo, iniziavo con il doppiaggio!

Davide Perino

Qual è il personaggio che hai doppiato e a cui ti sei più legato quando eri bambino?

Beh, sicuramente il primo personaggio importante della mia carriera: Chiccho de La Bella e la Bestia! Ricordo ancora tutto di quella meravigliosa lavorazione, e sapete che fu l’ultimo capolavoro Disney disegnato a mano e il primo ad avere al suo interno una scena digitale!? Beh… Questa cosa mi rende ancora più orgoglioso!


Qual è la tua serie tv preferita? E quella dove avresti voluto doppiare?

La mia serie tv preferita sono tutte le serie tv degli anni ’80, di cui mi sento un piccolo esperto perché le vedevo tutte! A volte saltavo anche scuola per vedermi qualche puntata in più! Parliamo di Manimal, L’incredibile Hulk, L’uomo da sei milioni di dollari, Automan, Il mio amico Boomer, etc etc… E poi i cartoni giapponesi dell’epoca come L’uomo tigre e tutti quelli dei robottoni!  Quella che avrei voluto doppiare? Bah, forse mi sarei divertito a fare l’A-team, o MacGyver. E oggi, dato che sono un gran nostalgico degli anni ’80 (tranne per i pantaloni a vita alta delle ragazze, mi piacevano di più quelli a vita bassa degli anni ’90!), mi piace Stranger Things!


Il Signore degli Anelli e Animali Fantastici: di quale sei più fan? (Sappiamo che risponderai il primo, chi non lo farebbe!)

Braaavaaa! Come posso non dire il primo?! Ovviamente sono anche molto legato ad Animali Fantastici, il meraviglioso attore premio Oscar Redmayne, ma… La magia del Signore degli Anelli… Nessuno può eguagliarla. Non ci è riuscito nemmeno Jackson stesso facendo Lo Hobbit!

Davide ha doppiato Frodo

Nel caso di Animali Fantastici: com’è funzionato il doppiaggio? Conoscevate la trama anticipatamente?

La trama io non la conoscevo e mi affidavo al direttore di doppiaggio (Carlo Cosolo), che ne è stato anche il curatore dei dialoghi… Però, data la difficoltà del prodotto e la pesantezza dell’occultamento della copia anti pirateggio su cui avremmo poi lavorato, la Warner decise di farci vedere in chiaro (senza filtri) il film poco prima di iniziare il doppiaggio. È stata tipo la terza volta nella mia vita che mi è successa una cosa del genere (al contrario di quanto pensino molte persone), in 35 anni di lavoro solo tre volte ho avuto questa fortuna! E meno male, dico io, anche perché poi non abbiamo più visto assolutamente nulla, perché era tutto completamente oscurato e abbiamo dovuto lavorare “a memoria”!

Davide doppia Newt

Credi che ci saranno altri film oltre al terzo, viste le dimissioni di Johnny Depp?

Il Dio denaro governa tutto, proprio TUTTO. Si è andati oltre il decesso di un attore, vuoi che non si vada avanti per delle semplici dimissioni? Non dimentichiamoci che sono loro che dicono sempre “The Show must go on”! Quindi secondo me sì, andranno tranquillamente avanti finché il botteghino sarà bello gonfio e il pubblico gli darà il successo che poi alla fine meritano, perché creano sempre e comunque dei prodotti davvero spettacolari.

Non trovo personalmente giusto quello che è successo nella vita privata del nostro caro Johnny… Sposato con una pazza fuori di testa, ed è sfortunatamente successo in un periodo in cui appena alzi un dito vieni attaccato e crocifisso per omofobia, razzismo, violenza verso le donne, complottismo, etc etc… Purtroppo agli occhi del pubblico, anche se non vera, è passata l’informazione che lui aveva alzato le mani verso una donna. Anche se si sta dimostrando il contrario, lui comunque è stato associato a questa cosa e Disney non poteva più avere a che fare con un personaggio che era stato anche solo sfiorato da una voce del genere. Nel perfetto mondo Disney delle fiabe certe cose non possono proprio succedere.


Cos’è cambiato nel tuo lavoro con il Covid-19?

È cambiato molto, è cambiato davvero molto. Non vedo quasi più i colleghi se non di sfuggita dietro alle mascherine nei corridoi, non possiamo nemmeno più sostare insieme davanti alle macchinette delle bibite. Si lavora sempre più di fretta e da soli, con l’assistente che, dopo una vita accanto a noi attori, viene spostata dietro insieme al finito e il direttore molto spesso è in remoto, in collegamento con la nostra sala. Le sanificazioni continue e l’odore insopportabile di disinfettante che c’è sempre e ovunque, perché le sale di registrazione sono tutte sigillate e impenetrabili acusticamente e l’aria non defluisce poi con così grande facilità. E poi le pause per igienizzare dopo che ogni attore è stato singolarmente al leggìo… Invece di stare insieme come si faceva prima.

Insomma, è cambiato proprio tanto, e non certo in meglio, anzi. Perché abbiamo la stessa mole di lavoro di prima, con il tempo di prima, ma con in mezzo le pause tra un attore e l’altro per le sanificazioni. Quindi abbiamo molto meno tempo di prima per fare quello che prima facevamo già di fretta! Vi rendete conto? Ecco com’è cambiato il mio lavoro, per non parlare del fatto che gli allievi non possono più assistere a nessuna lavorazione ed entrare in nessuna sala proprio per colpa di tutte queste regole e restrizioni.

Commenti

Caskett

All posts
×