Categorie

Archivi

Meta

Come il Ministero della Magia rappresenta le discriminazioni

7 Settembre 2017 sere-savo 2 min read

Come il Ministero della Magia rappresenta le discriminazioni

7 Settembre 2017 Rose 2 min read

Il mondo magico, come quello babbano, è pieno di ingiustizie, e nei libri ci viene sottolineato in che modo accade.  Ecco come il Ministero della Magia è un’allegoria delle discriminazioni politiche.

Infatti, i principi su cui si basa il mondo magico sono isolazionisti e segregativi. Si considerano termini come “purosangue” e “mezzosangue”, che, attraverso i loro prefissi, mostrano che c’è la tendenza a sottolineare l’importanza della purezza del sangue. Lo scopo del Ministero della Magia, come dice Hagrid a Harry, è mantenere segreto ai babbani che ci sono ancora maghi e streghe. Questa è un’indicazione che i romanzi sono anche caratterizzati dalla politica.

I valori del Ministero sono fondati sulla paura e sul controllo. La paura dei maghi e la diffidenza per i babbani hanno portato alla creazione dello Statuto Internazionale di Segretezza. Harry Potter può essere considerato un avvertimento di ciò che potrebbe succedere a una società con un governo del genere.

Il mondo magico britannico è ritratto come nazionalista, autorevole e difettoso, anche se, secondo Pottermore, il Ministro della Magia è eletto democraticamente.

Il Ministero sembra mancare di controlli legislativi. Per esempio, nella Camera dei Segreti, si è rivelato che Arthur Weasley ha modificato una legge legata agli artefatti babbani. Inoltre, nell’Ordine della Fenice, Fudge è in grado di passare decreti educativi senza nessuna opposizione. Nel 2015, la Rowling ha confermato su Twitter che “il Ministero della Magia rappresenta l’educazione magica”, ecco spiegato come Fudge è in grado di diffondere la sua influenza nella gestione quotidiana di Hogwarts.

I temi di Harry Potter sono sempre più rilevanti sul panorama politico. Il ritratto del Ministero ci mostra che quando una società valorizza la paura e la diffidenza nell’amore e nella compassione, ciò si rifletterà sulla politica.

Siamo consapevoli che in alcune parti del mondo la situazione politica è molto simile e questa concezione di una vita politica arretrata e dalla “mentalità” chiusa può essere cambiata solo da un intervento in massa del popolo.

 

LEGGI ANCHE

Harry Potter e il Ministero della Magia: quello che non sapevi 

 

Commenti

×