Categorie

Archivi

Meta

I Dursley e i Doni della Morte

8 Febbraio 2016 sere-savo 3 min read

I Dursley e i Doni della Morte

8 Febbraio 2016 Rose 3 min read

Conosciamo bene i Dursley: non sono altro che dei normalissimi e bigottissimi babbani. Ma siamo proprio sicuri che siano realmente così noiosi come ci sono stati descritti  da sette libri e otto film? E se avessero qualche segreto nascosto?

Noi fan di Harry Potter abbiamo l’incredibile capacità di scrutare ogni singolo dettaglio della nostra Saga preferita e da lì costruire le più disparate teorie, arrivando alle più improbabili conclusioni, pensando che la Rowling abbia appositamente depositato e nascosto innumerevoli indizi all’interno dei libri che attendono solo di essere scovati dall’occhio attento del Potterhead più brillante.
Ultimamente è ampiamente discussa una teoria che collega la famiglia Dursley direttamente ai Doni della Morte.

L’autore della teoria, tale iShootWithACamera, ha pensato (e ha postato su Reddit) che i Dursley siano in qualche modo riconducibili ai Doni della Morte, per via dei doni (ndr DONI) che essi stessi (ndr Dursley = morte della magia) fanno recapitare a Harry durante gli anni a Hogwarts. In particolare, si fa riferimento ai soli regali di Natale: in totale essi sono tre e vengono regalati durante il primo, il secondo e il quarto anno di Harry a Hogwarts (ndr 1 + 2 + 4 = 7).

Leggiamo un po’.

Harry Potter e la Pietra Filosofale

Il secondo pacchetto era piccolissimo e dentro c’era un biglietto: ‘Abbiamo ricevuto il tuo messaggio e accludiamo il regalo di Natale per te. Zio Vernon e zia Petunia‘. Attaccata al biglietto col nastro adesivo c’era una moneta da mezza sterlina.
«Molto carino da parte loro» disse Harry.
Ron era affascinato dalla moneta.
«Questa poi!» disse. «Che forma strana! Ma davvero sono soldi?»

50-pence

Harry Potter e la Camera dei Segreti

Edvige gli mordicchiò l’orecchio in segno di affetto e per Harry fu un regalo molto più bello di quello che lei gli aveva recapitato, e che risultò provenire dai Dursley. Gli avevano mandato uno stuzzicadenti, insieme a un biglietto in cui gli dicevano di vedere se avrebbe potuto restare a Hogwarts anche per le vacanze estive.  Gli altri regali di Natale furono molto più gratificanti.

stecchini-stuzzicadenti

Harry Potter e il Calice di Fuoco

Gli altri regali di Harry furono molto più soddisfacenti dei calzini spaiati di Dobby: con l’ovvia eccezione di quello dei Dursley, che consisteva in un unico fazzoletto di carta – un minimo storico. Harry pensò che si ricordassero bene la Mou Mollelingua.

Quindi, ricapitolando, Harry riceve come doni dai suoi affettuosissimi zii una moneta da 50 pence, uno stuzzicadenti e un fazzoletto di carta (basta il pensiero). Perché tra milioni di regali di merda, i Dursley regalano proprio questi tre? È solo frutto del caso o vi è un qualche messaggio nascosto?

Ebbene, se andiamo a creare un mosaico dei tre bellissimi oggetti menzionati sopra, ecco cosa otteniamo.

 

doni-morte-dursley

 

Vi ricorda niente? No? Ecco cosa ricorda a me:

 

2000px-Sign_of_the_Deathly_Hallows

 

Infatti, l’autore di tale teoria assegna a ogni oggetto un corrispondente Dono della Morte, nella fattispecie abbiamo che il fazzoletto simboleggia il Mantello dell’Invisibilità, la moneta la Pietra della Resurrezione e lo stuzzicadenti la Bacchetta di Sambuco.

Tutto è molto stupefacente, tuttavia questa rimane solo una congettura. Non sappiamo se vi sia realmente un qualcosa di sensato in tutto ciò, anche se la cosa sembra funzionare sul piano teorico. Non resta altro da fare, a questo punto, se non aspettare che la Row confermi o smentisca questa bellissima teoria che potrebbe condurre a ulteriori approfondimenti. Si spera.

Vuoi leggere di altre bellissime teorie sulla Saga? Clicca qui!

Commenti

×