Categorie

Archivi

Meta

Halloween: miti e leggende

30 Ottobre 2015 sere-savo 3 min read

Halloween: miti e leggende

30 Ottobre 2015 Rose 3 min read

Halloween: di sicuro la festività più magica di tutte. In questo articolo troverete miti, leggende, storie e superstizioni legate ad Halloween. Buona lettura!


Halloween è una festività di origini anglosassoni, il cui nome significa “fine dell’estate”, dall’antica lingua irlandese. Varie sono le ipotesi sulle sua nascita. Alcuni storici la indicano con la venerazione della dea romana Pomona, dea della frutta e dei semi, altri con una festa dedicata alla morte, chiamata Parentalia, altri ancora la collegano ai riti in onore di Samhain, uno spirito della morte.

Photo:Copyright JOE;CONLON;ATHBOY;;;


Le tradizioni legate al culto di Halloween sono tantissime e molto disparate. Quella di travestirsi da creature orribili risale al tempo dei Celti. Essi credevano che gli spiriti erranti di chi moriva durante l’anno tornassero indietro la notte del 31 ottobre in cerca di un corpo da possedere. Le persone, per non fare entrare nelle case gli spiriti, spegnevano ogni focolare, rendendo così le loro case fredde ed indesiderabili. Per non essere posseduti, invece, si travestivano da mostri, girando per la città e per le case altrui, così da poter anche spaventare ogni spirito che incontravano. Tutto questo era possibile per loro poichè pensavano che durante la notte tutte le leggi fisiche che regolano lo spazio e il tempo venissero sospese, rendendo possibile la fusione del mondo reale e dell’aldilà.

53098


Un’altra spiegazione del perché i Celti spegnessero ogni fuoco non risiede nello scoraggiare la possessione dei loro corpi, ma nel fatto che riaccendessero ogni focolare prendendo la fiamma da un unico gigantesco fuoco druidico che si accendeva a Usinasch (nel centro dell’Irlanda) e che veniva acceso nel mezzo della notte. A questa tradizione si può associare anche il “Dolcetto o scherzetto?”. Infatti i bambini giravano per le case per raccogliere la legna per accendere questo enorme fuoco. Anche i Romani appresero queste tradizioni celtiche, ma con l’andare del tempo svanì la paura di essere posseduti dagli spiriti e rimase solo la tradizione di travestirsi.

halloween_fire


La tradizione di intagliare zucche con la testa spaventosa deriva, invece, dal famoso Jack-o-Lantern. Narra la leggenda che un uomo di nome Jack, noto baro e malfattore, ingannò Satana sfidandolo a scalare un albero. Una volta che Satana arrivò in cima, incise sulla corteccia una croce, intrappolandolo tra i rami. A questo punto Jack fece un patto col diavolo: se non lo avesse più indotto in tentazione lo avrebbe fatto scendere dall’albero. Alla morte di Jack, continua la leggenda, gli venne impedito di entrare in Paradiso a causa della cattiva condotta avuta in vita, ma gli venne negato l’ingresso anche all’Inferno perché aveva ingannato il diavolo. Allora Satana gli porse un piccolo tizzone d’inferno per illuminare la via nella tremenda tenebra che lo attorniava. Per far durare più a lungo la fiamma Jack scavò un grosso cavolo rapa e ve la pose all’interno. La tradizione di intagliare la zucca al posto della rapa venne poi introdotta nel XIX secolo, quando gli Irlandesi, sbarcati in America, trovarono una maggiore quantità di zucche, più facili da intagliare e anche più grandi.

img_6752



E tu come festeggi Halloween? Faccelo sapere nei commenti!

Commenti

×