Categorie

Archivi

Meta

Film di Harry Potter: i PROMOSSI e i BOCCIATI – ULTIMA PARTE

27 Maggio 2015 sere-savo 4 min read

Film di Harry Potter: i PROMOSSI e i BOCCIATI – ULTIMA PARTE

27 Maggio 2015 Rose 4 min read

PREMESSA DOVEROSA!

In quest’articolo abbandonerò la veste di #lettricerompicoglioni per giudicare i film UNICAMENTE come film a se stanti e a PRESCINDERE dai libri e da quello che per me significano i libri.

Il guaio è che io sono molto esigente anche con i film a sé stanti (non esigo dei capolavori cinematografici, ovviamente, ma se ci sono errori di sceneggiatura, ad esempio, me ne accorgo eccome, e non soprassiedo!).


Non hai ancora letto la prima parte? La trovi qui.
Non hai ancora letto la seconda parte? La trovi qui.


Harry Potter e il Principe Mezzosangue – BOCCIATO CON VOTO 5

Mi sbrigo, sono arrivata a 3 pagine di A4 e vorrei non sforare troppo oltre.

Questo film è un po’ mediocre. Non rende la gravità di quello che sta succedendo – c’è Lord Voldemort in circolazione ad uccidere a destra a manca per caso? NO PERCHÈ io non me ne sono accorta. Si cade in questa consapevolezza, come pere cotte, solo dopo la morte di Silente. Anche questo film lascia molto poco, non ha spessore. Però un po’ di più rispetto al quinto ce l’ha, perché la morte di Silente e la post-morte è stata gestita meglio di quella di Sirius. Inoltre la scena iniziale è abbastanza d’impatto – è come se si volesse porre ammenda alla totale mancanza di pathos alla fine del quinto film, VOJO PIAGNE.

Inoltre nel film non accade praticamente nulla di significativo, tranne la morte di Silly alla fine. Per di più ci sono le solite carenze, per quanto riguarda i ricordi di Riddle, che purtroppo gettano un po’ nell’oblio faccende che invece sarebbero dovute esser chiarite meglio, che, nel caso del quarto libro e forse anche nel terzo potevano essere giustificate in termini di spazio e di durata del film, mentre nel sesto proprio no, perché problemi di spazio non se ne vedono, DAL MOMENTO CHE QUASI TUTTO IL FILM è FATTO DI STORIE D’AMORE E SCENE INVENTATE DAL NULLA.

Harry Potter e i Doni della Morte parte I – PROMOSSO CON VOTO 6-

Maaa perché ho dato solo 6- a questo film?

Non mi piace com’è stata gestita la tempistica tra questo film e il successivo, e questo è il film che ne risente di più. La storia è stata interrotta, tra parte I e parte II (a parer mio), troppo avanti. Giusto per fare la scena figa di transizione in cui Voldy tira fuori la bacchetta di Sambuco, CHE SECONDO ME NON È FIGA MANCO PE’GGNENTE, ma lasciamo perdere. Questo film è TROPPO LUNGO. I viaggi di Harry, Ron e Hermione sono stati sintetizzati MALE – dal momento che più che una sintesi sembra essere una serie interminabile di scene di campeggio. Di molte cose non ci si capisce una mazza (MA COME MINCHIA *scusate* HA FATTO REGULUS A PRENDERE QUEL FOTTUTISSIMO MEDAGLIONE? Che cosa hanno quelli dei film di HP contro UN FOTTUTISSIMO FLASHBACK? Miscelare un po’ i tempi d’azione è un espediente molto usato nei film gggggggggiovani di oggggggi)…

Però c’è la scena iniziale che è una signora scena iniziale. Dunque, nonostante sia noioso e lungo (o forse di fatto non credo sia più lungo del secondo film, ma lo sembra di sicuro), questo film si salva. Anche perché la trama del libro è tale che era davvero impossibile rovinarlo. No questa volta sul serio!

Harry Potter e i Doni della Morte parte II – PROMOSSO CON VOTO 7

È un finale carino. E CI MANCHEREBBE ALTRO, visto che è la fine di una vera e propria era cinematografica – insomma, otto film! Dopodiché il finale com’è scritto nel libro è talmente pregno di pathos che in questo caso persino il team degli ultimi quattro film non avrebbe potuto fallire nel trasporlo. Hanno paraculisticamente puntato molto su Alan Rickman – MENO MALE CHE C’ERA LUI.

C’è un grosso problema logico, che secondo me salta all’occhio anche dei non-lettori.

Un paio di volte nel terzo film veniva detto a Harry che aveva gli occhi di sua madre – tra l’altro veniva detto qualcosa tipo “penso che ti sarai stufato di sentirtelo dire” (MA WTF QUANDO, CHE NEI FILM PRECEDENTI QUESTA COSA – credo – NON VIENE MAI DETTA? Ma vabbè). Lo dice Severus Piton prima di morire… Poi che cosa compare dopo? PRIMO PIANO DI UNA BAMBINA CON GLI OCCHI CASTANI PORCO SIRIUS.

“Eh ma non è detto che sia lo stesso colore, basta che il taglio sia quello” – tipica frase di chi vuole giustificare questa cosa.

È UNA BATTUTA QUESTA? NON FATE RIDERE, NON FATE PROPRIO RIDERE PER LE BRACHE DI PITON.

AVERE GLI OCCHI DI TUA MADRE = AVERE TAGLIO, COLORE, FORMA, SOPRACCIGLIA, BULBO OCULARE, PALLE DEGLI OCCHI FOTTUTISSIMAMENTE UGUALI A QUELLE DI TUA MADRE SILENTE BOIA.

In un film ovviamente non si possono trovare due attori che hanno gli occhi identici, quindi DI SOLITO un accorgimento che superficialmente funziona è quello di prendere DUE ATTORI CHE ABBIANO GLI OCCHI UGUALI, miei cari bambini. Non sto sfociando sull’ovvio?

E POI LA FOTTUTISSIMA LILY GIOVANE NON HA IL FOTTUTISSIMO TAGLIO DI MINCHIA DEGLI OCCHI DI HARRY RAMOSO CANE (no, Sirius è un cane, RAMOSO SIRIUS DALLA LUNASTORTA FIGLIA DI BUONA DONNA) SE VOLETE SAPERLO.

Ma questo influisce minimamente sul voto che ho assegnato all’ultimo film. È UN PICCOLO, TRASCURABILISSIMO DETTAGLIO. In sintesi ho assegnato il voto 7 e non 10++++ come il 90% di voi avrebbe voluto perché secondo me come finale è bello da vedere, ma non ha molto significato, non lascia molto se non si è particolarmente affezionati alla saga… Il 90% della suggestione è dovuta alla scena di Alan/Severus e al fatto che siamo cresciuti – o abbiamo passato un numero non indifferente di anni – con questa saga. E poteva essere gestito meglio, anche in relazione alla prima parte de i Doni – e il modo in cui i due film sono stati divisi.

Insomma, beh, ho finito.

VE L’HO DETTO CHE ERA LUNGO.

VOI CHE NE PENSATE? Quali sono i vostri PROMOSSI e BOCCIATI?

Commenti

×