Categorie

Archivi

Meta

La tragica storia di Ariana Silente

27 Aprile 2017 gian-tucc 2 min read

La tragica storia di Ariana Silente

27 Aprile 2017 Neville 2 min read

Siamo abituati ad associare atti di crudeltà nel mondo magico ai Mangiamorte. Eppure, in questa storia le Forze Oscure non c’entrano niente: è sorprendente pensare che un atto di tale portata, specie a causa dell’elevata magia oscura, sia stato messo in atto da babbani. Di cosa stiamo parlando? Vediamolo insieme.


L’ATTACCO

Ariana Silente. Anche solo dal nome possiamo immaginare con chi fosse imparentata: era la sorella minore di Albus e Aberforth, nata nel 1885 (un anno dopo Aberforth e quattro dopo Silente).

Tutto ebbe inizio quando Ariana aveva sei anni. Tre ragazzi babbani avevano spiato la bambina mentre eseguiva (involontariamente, come tutti i bambini a quell’età) alcuni incantesimi. Spaventati, le si erano avvicinati e avevano iniziato a picchiarla gravemente. Di certo non immaginarono l’immane portata di quell’atto, che ebbe conseguenze di non poco conto.

Ritratto di Ariana Silente al pub di Aberforth (la
Ritratto di Ariana Silente al pub di Aberforth (la “Testa di porco”)

IL TRAUMA

Il brutale attacco segnò Ariana a vita: subì un pesante danno psicologico, da cui non si sarebbe mai più liberata. Non riuscì mai a controllare la magia, e i suoi poteri dopo l’incidente divennero distruttivi, letali.

Il padre Percival, sconfortato e timoroso che la figlia venisse ricoverata al San Mungo, cercò vendetta: l’aggressione ai tre giovani babbani gli costò una cella ad Azkaban. Su decisione della madre Kandra la famiglia si trasferì così dal paesino di Mould-on-the-Would a Godric’s Hollow, al fine di nascondere l’instabilità di Ariana. A tal proposito Rita Skeeter, in Vita e menzogne di Albus Silente, sostiene che Kandra avesse tenuto nascosta la figlia per la vergogna della sua condizione di maganò. Sempre la Skeeter presume che Albus e Aberforth, alla richiesta di spiegazioni circa l’assenza di Ariana a Hogwarts, fossero abituati a rispondere “È troppo fragile per la scuola”.

Godric's Hollow
Godric’s Hollow

I SOGNI INFRANTI DI ALBUS SILENTE

Ovviamente, non si trattava di una mancanza di capacità magiche, ma piuttosto della presenza di un’elevata dose di magia incontrollabile, causa di frequenti e improvvisi attacchi. Il primo di questi, e forse il più tragico, risale al 1899. Albus si era appena diplomato a Hogwarts e stava per partire con Elphias Doge per un viaggio intorno al mondo, quando Ariana generò un’esplosione talmente violenta da uccidere la madre. Albus dovette rinunciare al suo viaggio per prendersi cura della sorella, spronando al contempo il fratello a terminare gli studi a Hogwarts. Ma tale vita lo irritava non poco: egli stesso, nel ricordare la sua adolescenza, si definì assai egoista; sognava il mondo, si sentiva in trappola.

Fin quando non arrivò un certo Gellert Grindelwald.


CONTINUA ⇒

 

Commenti

Neville
Neville

«Per aspera ad astra» | Gianluigi, 18

All posts
×