Categorie

Archivi

Meta

La tragica storia di Ariana Silente II

27 Aprile 2017 gian-tucc 2 min read

La tragica storia di Ariana Silente II

27 Aprile 2017 Neville 2 min read

Siamo abituati ad associare atti di crudeltà nel mondo magico ai Mangiamorte. Eppure, in questa storia le Forze Oscure non c’entrano niente. Ci riferiamo alla tragica sorte a cui andò incontro Ariana Silente e alle ripercussioni che il suo grave danno ebbe all’interno della famiglia. In questa seconda parte, nel dettaglio, scopriamo invece i motivi della morte di Ariana, legati al passato di Albus Silente.


GELLERT GRINDELWALD

La morte della madre costrinse Albus a rinunciare ai suoi sogni per dedicarsi, benché di malavoglia, alla sorella. Ma la conoscenza di Gellert Grindelwald cambiò radicalmente la situazione.

Era il 1889: Gellert Grindelwald, il mago più malvagio di tutti i tempi, secondo solo a Voldemort, si era recato a Godric’s Hollow per trascorrere l’estate con la prozia Batilda Bath. Subito fece conoscenza con Albus, e i due diventano inseparabili. Condividevano grandi aspirazioni, sogni di gloria e brama di potere: discutevano circa la costruzione di un nuovo ordine del mondo magico.

La cura da parte di Albus per Ariana venne meno, e Aberforth se ne accorse.

Gellert Grindelwald
Gellert Grindelwald

LA MORTE DI ARIANA

Aberforth si intromise tra Albus e Grindelwald quando questi convinse il fratello ad aiutarlo a reperire i doni della morte. L’intensa lite culminò in un violento conflitto a colpi di bacchette. Purtroppo Ariana si trovava nei paraggi e fu uccisa da una maledizione vagante. Chi l’avesse lanciata non è chiaro, ma a detta di Albus Silente sarebbe stato Grindelwald, che avrebbe utilizzato nientemeno che l’anatema che uccide.

La morte di Ariana in una fan-art dal Web
La morte di Ariana in una fan-art dal Web

ABERFORTH E ALBUS

La rabbia di Aberforth era implacabile: al funerale di Ariana questi ruppe addirittura il naso ad Albus. Poco dopo i due si riconciliarono, ma non recuperarono mai i rapporti fraterni che avevano avuto nell’adolescenza. Si sostiene che il futuro preside di Hogwarts avesse rinunciato a seguire Grindelwald nella sua missione, abbandonando definitivamente la magia oscura, proprio per il senso di colpa per la morte della sorella. Non è un caso, dunque, che il Molliccio di Silente abbia proprio le sembianze di Ariana.


⇐INDIETRO

Commenti

Neville
Neville

«Per aspera ad astra» | Gianluigi, 18

All posts
×