Categorie

Archivi

Meta

18 saggi che ogni fan di Harry Potter dovrebbe avere

25 Luglio 2017 gian-tucc 6 min read

18 saggi che ogni fan di Harry Potter dovrebbe avere

25 Luglio 2017 Neville 6 min read

Un fenomeno come quello di Harry Potter ha nutrito le menti di autori di tutto il mondo: se da un lato la saga è finita, difatti, dall’altro ha alimentato (e continua ad alimentare) l’editoria internazionale. Da biografie a enciclopedie, da saggi a opere di psicologia, arrivando perfino alla religione: le opere di analisi e commento che traggono spunto dalle storie della Rowling sono numerosissime. Scopriamo nel dettaglio i titoli più interessanti.


  • Francesca Cosi, Alessandra Repossi, Guida completa alla saga di Harry Potter, Vallardi, 2016

Annoverato come il migliore manuale nell’ambito di Harry Potter, la guida di Cosi e Repossi si presenta come la più succosa opera di approfondimento sulle storie di Hogwarts; l’edizione del 2016, rivista e aggiornata rispetto a quella del 2008, presenta in 374 pagine personaggi e attori, curiosità e commenti ai film, aneddoti e indiscrezioni. Gli interessanti capitoli, dedicati ai libri, ai personaggi, ai film, ai luoghi, all’autrice, alla critica e al fenomeno commerciale di Harry Potter, rispondono a qualsiasi domanda dei fan. Se volete testare la vostra conoscenza circa Harry Potter, oppure semplicemente scoprire tutto (sì, tutto) sulla saga, è il libro che fa per voi.


  • Lindsey Fraser, Conversazione con J.K. Rowling, Ponte alle Grazie, 2002

L’opera, tradotta in Italia da Valentina Daniele, è l’unica biografia ufficiale della Rowling; è attraverso la sua voce che ne viene narrato il passato. Oltre all’intervista, l’opera contiene approfondimenti e articoli di giornale che analizzano il fenomeno Harry Potter.


  • Marc Shapiro, J.K. Rowling: la maga dietro Harry Potter, Fanucci, 2003

Marc Shapiro ripercorre con tono leggero e piacevole le principali tappe della vita della Rowling, da quando venne al mondo “urlando e scalciando” sino al raggiungimento del successo. La traduzione italiana dell’opera, uscita in tre edizioni differenti, è a cura di Paola Bruna Cartoceti.


  • Marina Lenti, J.K. Rowling: l’incantatrice di Babbani, Ares, 2016

La poderosa biografia (non ufficiale) della Rowling, opera della sua ammiratrice Marina Lenti, è precisa e puntuale, di facile e intrigante lettura. Frutto di ampie e accurate ricerche, l’opera è un must-have per ogni potterhead.


  • Ilaria Katerinov, Lucchetti babbani e medaglioni magici. Harry Potter in italiano, le sfide di una traduzione, Camelozampa, 2012

Nella seconda edizione della sua opera (la prima risale al 2007), Ilaria Katerinov prende in esame anche la seconda traduzione della saga: quali sfide ha richiesto l’adattamento in italiano? Quali complesse scelte hanno attuato i traduttori? Come hanno agito di fronte alla traduzione di giochi di parole o termini inventati di sana pianta? Se cercate una risposta a una di queste domande, avete trovato il vostro libro.


  • Tom Morris, Se Harry Potter fosse a capo della General Electric. Come diventare un mago della leadership, Piemme, 2007

Che hanno a che fare Harry e Silente con la psicologia dei gruppi? Nell’intento di guidare i lettori a diventare leader perfetti, Tom Morris prende a modello i personaggi di Harry Potter, dando luogo un’opera unica nel suo genere. Traduzione italiana a cura di Maria Teresa Gabriele.


  • Marina Lenti, Harry Potter: il cibo come strumento letterario, Runa Editrice, 2015

Questo saggio (di cui abbiamo già parlato qui) è il libro adatto a chi vuole scorpire cosa si cela dietro i banchetti della Sala Grande: dai cuochi all’uso del cibo, dalle difficoltà nella traduzione dei dolcetti Weasley alle ricette del mondo magico, l’autrice analizza accuratamente il ruolo che la gastronomia riveste nella saga di Harry Potter.


  • Luisa Vassallo, Barbara Paoletti, A tavola con Harry Potter, Ancora, 2016

Luisa Vassallo e Barbara Paoletti trattano nel loro libro lo stesso argomento della Lenti, sotto un aspetto però più “pratico”: le due autrici difatti propongono vere e proprie ricette tratte dall’universo potteriano, che tratteggiano in una prima parte descrittiva e in una seconda… magica!


  • Valentina Oppezzo, Harry Potter al cinema, Le Mani, 2010

La Oppezzo è la prima, in Italia, a occuparsi della trasposizione cinematografica della saga; partendo dalla sceneggiatura, il saggio analizza le accurate scenografie, i costumi, la colonna sonora, muovendosi intorno a un fulcro che è il percorso dalla pagina allo schermo.


  • Connie Neal, Il Vangelo secondo Harry Potter, Gribaudi, 2003

L’opera, tradotta da Diana Zerilli, propone una lettura della storia in chiave cristiana, contrariamente al diffuso pensiero secondo cui Harry Potter e la religione sono inconciliabili: numerosi, difatti, sono i parallelismi tra la saga della Rowling e le vicende dei Vangeli.

Harry Potter induce al Satanismo? Qui la risposta! Qui la storia di una madre che ha riscritto Harry Potter in chiave cristiana. Harry Potter è una nuova religione? Leggi qui cosa ne pensano due accademici di Harvard.


  • Peter Ciaccio, Il Vangelo secondo Harry Potter, Claudiana, 2011

Sulla scia di Connie Neal, Peter Ciaccio offre un’altra accurata analisi della saga dal punto di vista religioso, nell’intento – dichiarato – di promuovere un dialogo tra le questioni teologiche e la cultura pop.


  • Paola Schiaffino, Maghi e Babbani. Analisi antropologica della saga di Harry Potter, Aracne, 2014

Paola Schiaffino sceglie di misurare gli strumenti e le chiavi critiche dell’antropologia in un mondo inusuale, un mondo di carta e inchiostro. L’antropologa monta in parallelo sequenze di antropologia babbana e sequenze di questioni antropologiche in Harry Potter, dando luogo a confronti efficaci e solidi. Dietro l’analisi antropologica, inoltre, si nasconde anche una critica rispetto alle problematiche della nostra società, adeguamente misurate con quelle della comunità magica.


  • Susan Gunelius, Harry Potter. Come creare un business da favola, Egea, 2015

Il libro si presenta come uno studio del fenomeno Harry Potter in chiave commerciale: l’autrice analizza tutte le strategie che hanno permesso alla Rowling di raggiungere il successo, dalle vicende delle casi editrici a cui il primo libro fu presentato sino al modo in cui l’autrice si è imposta nel mondo del marketing. A cura di Paola Dubini, traduzione di Mario Vegetti.


  • Rita Ricci, Harry Potter. L’avventura di crescere. Psicologia dell’adolescenza e magia della fiaba, EdUP, 2007

La Ricci legge la saga in chiave psicologica: come Harry, tutti i ragazzi si pongono domande durante l’adolescenza, vivono rapporti difficili col mondo degli adulti, faticano a definire il proprio sé. Una nota: essendo stata la prima edizione pubblicata nel 2002, l’analisi si ferma al quarto libro.


  • Antonio Carriero, Elementi di psicopedagogia nell’antica scuola di Hogwarts, Il Cerchio, 2010

Questo breve saggio visita i territori della fantasia di Hogwarts con il cuore e con la mente, proponendo un’analisi sotto una luce pedagogica. Anche l’educazione è una magia, ma in che modo si presenta dietro le pagine di Harry Potter?


  • Laura Anna Macor, Filosofando con Harry Potter. Corpo a corpo con la morte, Mimesis, 2011

Attraverso una lettura scorrevole, l’autrice analizza la psicologia dei personaggi, proponendo una riflessione sulla morte: l’intera saga è infatti una lunga meditazione sulla morte, che viene di volta in volta presentata sotto una luce differente. Occhio al titolo, però: più che un saggio filosofico, l’opera si presenta come un’analisi generale della saga, prevalentemente da un punto di vista psicologico, pedagogico e antropologico.


  • Marina Lenti, La metafisica di Harry Potter, Camelozampa, 2012

Il saggio affronta i romanzi da una sfaccettatura insolita: quella del materiale soprannaturale che ricorre nella saga, in connessione con le sue matrici storiche, antropologiche, folkloristiche, mitologiche, metafisiche e magiche. Numerologia, alchimia, libero arbitrio, predestinazione, simbologia: ancora una volta la Lenti dimostra la sua innata passione per la saga della Rowling, in un volume dai toni singolari, ma non per questo svalutati.


  • AA. VV., Potterologia. Dieci as-saggi dell’universo di Harry Potter, Camelozampa, 2011

Esperti già citati (Marina Lenti, Rita Ricci, Ilaria Katerinov, Francesca Cosi e Alessandra Repossi, Valentina Oppezzo) e altri comunque noti (Amneris Di Cesare, Chiara Codecà, Paolo Gulisano, Chiara Valentina Segrè, Luisa Vassallo) raccolgono dieci loro mini-saggi, agili ma approfonditi, ottenendo un variegato e colorito volume che analizza la saga della Rowling sotto i più svariati punti di vista. Da segnalare anche l’edizione più recente, datata 2015, in cui è inserito anche un saggio di Chiara Podano. Il ricavato dell’opera è intermanete devoluto alla Fondazione Theodora, che offre supporto ai bambini ospedalizzati.


La varietà dei temi e l’accuratezza delle analisi dei volumi elencati si prestano facilmente a uno studio e a ricerche per tesi, tesine o progetti personali. A proposito, che ne dici di sviluppare il tuo percorso per la Maturità su Harry Potter? Qui e qui trovi dei consigli!
Hai letto qualcuno di questi libri o ne conosci altri? Faccelo sapere nei commenti! Intanto, qui trovi una lista di 58 libri da leggere se ami Harry Potter.

Commenti

Neville
Neville

«Per aspera ad astra» | Gianluigi, 19

All posts
×